28/02/12

Le ultime parole di Luca ...prima di cadere

Luca NoTav No Tav Chiomonte Baita Clarea Caduta Cadere Val Di Susa ValSusa Valdisusa Claudio Messora Byoblu Byoblu.Com

 Maroni aveva paura che ci scappasse il morto. C'è quasi scappato. Non si sa ancora. Da questa mattina le forze dell'ordine stanno procedendo allo sgombero di Baita Clarea, a Chiomonte, in Val di Susa. Si sono presentate con un'ordinanza prefettizia. Secondo gli avvocati No Tav, in palese violazione dell’articolo 2 del Testo unico di Pubblica sicurezza, che prescrive quella procedura soltanto in casi di estrema urgenza.

Luca Abbà

 Luca Abbà , 37 anni, proprietario di uno dei terreni oggetto dell'espropriazione, è salito su un traliccio dell'alta tensione. I rocciatori lo stavano raggiungendo. Radio Blackout lo ha chiamato al telefono, registrando la conversazione che potete ascoltare nel video. La telefonata si conclude così:
  Luca: "Adesso scappo perché sta salendo un rocciatore e devo attrezzarmi per difendermi".
  Intervistatore: "Non ti fare male, ciao Luca."
  Poi una scintilla, un volo di almeno 10 metri e un tonfo. Luca gravissimo, in coma farmacologico, con ustioni di secondo grado e un'emorragia interna tutt'ora da risolvere. Non ti fare male, Luca...

 Per capire gli abitanti della Val Di Susa e il loro attaccamento alla terra in cui vivono non basta leggere qualche articolo. Bisogna andarci, ascoltare le loro ragioni ma soprattutto guardarli negli occhi. Solo allora si comprenderà il senso del loro motto, "A sarà dura". E soprattutto sarà chiaro che, in un paese commissariato che accetta di buon grado qualsiasi anomalia, loro no ...non si arrenderanno mai.


Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento