29/05/15

Campi Rom, la chiave per vincere le prossime elezioni?

    Matteo Salvini, bannato da vari social network, qualche tempo fa, per le sue esternazioni sui campi Rom ("li raderei tutti al suolo") e per aver scritto la parola "zingari" sul suo profilo, in questi giorni è tornato all'attacco ‪dopo l'incidente di Roma in cui, nel quartiere Boccea, un'auto con a bordo tre persone di origine rom, dopo essere fuggita all'alt della polizia, ha travolto otto passanti uccidendo una donna.
"Raderemo al suolo tutti 'sti maledetti Campi Rom", queste le parole di Salvini sul suo profilo di Facebook.

    Tornando indietro di qualche anno ci si accorge però che nel 2009 è stata proprio la Lega Nord a finanziare la costruzione ed il consolidamento dei campi nomadi per una cifra che si aggirava intorno ai 60 milioni di Euro, grazie all'intercessione personale dell'allora Ministro degli interni Roberto Maroni.

    Con Silvio Berlusconi Presidente del Consiglio e Roberto Maroni Ministro degli Interni, Gianni Alemanno, all'epoca Sindaco di Roma, riesce a reperire, in tempi brevissimi, una serie di fondi che saranno utilizzati per alimentare il business multimilionario dell’accoglienza che, proprio in questi giorni, sta emergendo dall'inchiesta su Mafia Capitale.
Non c'è nessun errore, avete letto bene: la Lega guidava il Ministero che ha consentito il finanziamento dei campi rom e che ha portato ingenti somme destinate alle attività illecite di Mafia Capitale.


Staff di Controinformo

Nessun commento:

Posta un commento