24/01/10

NO TAV: 40mila in Italia, 50 mila sui Pirenei per il NO TAV day….

Nonostante vari blitz initimidatori migliaia di persone sfilano in tutta Europa

Comunicato No TAV Val Susa

Ieri a Susa oltre 40.000 (si, proprio quarantamila) cittadini hanno sfilato pacificamente a Susa per confermare la loro contrarietà alla nuova linea TAV-TAC Torino-Lyon e ai sondaggi previsti.
Insieme a loro numerosi sindaci, moltissimi amministratori e tutta la Comunità Montana. con alla testa il suo Presidente.
Contemporaneamente a Hendaye, nei Pirenei francesi, 50.000 francesi e spagnoli dimostravano con le stesse motivazioni l’opposizione a quella tratta del “Corridoio 5”.

E’ stata redatta una DICHIARAZIONE COMUNE tra i movimenti NOTAV di Italia, Francia e Spagna che chiede alla Comunità Europea di rivedere le politiche faraoniche sulle grandi infrastrutture trasportistiche e ai tre governi una sospensione delle attività ad esse legate.

Come risposta a questa grandissima giornata che ha dimostrato che gli oppositori al TAV sono sempre tantissimi e determinati, nonostante le moine dell’ Osservatorio del signor Virano e il Piano Strategico della Provincia del signor Saitta, questa notte è stato incendiato il Presidio NOTAV di Borgone. foto

QUESTA VOLTA GLI ATTENTATORI HANNO LASCIATO LA FIRMA : “SI TAV”

ANCHE QUESTA VOLTA, COME LA SETTIMANA SCORSA QUANDO E’ STATO INCENDIATO IL PRESIDIO DI BRUZOLO, SONO VENUTI AL BUIO

COSI’ COME AL BUIO VENGONO LE TRIVELLE SCORTATE DA INGENTI FORZE DI POLIZIA

STESSO METODO, STESSI MANDANTI: IL PARTITO DEL MALAFFARE, BIPARTISAN NELLA SPARTIZIONE DEL DENARO PUBBLICO, E LA MAFIA, MAGARI CON IL CONTRIBUTO DEI SOLITI SERVIZI SEGRETI “DEVIATI”

STAMATTINA AL LINGOTTO QUESTI PERSONAGGI SI TROVERANNO INSIEME, MA SAPPIANO CHE LA DETERMINAZIONE DELLA VALLE DI SUSA CONTRO IL TAV ESCE RAFFORZATA DA QUESTI ATTI CRIMINALI.

STAMATTINA ALLE 10,00 ASSEMBLEA POPOLARE AL PRESIDIO DI BORGONE

NO TAV, NO MAFIA

I comitati NOTAV Valle di Susa, Val Sangone, Torino e cintura

Susa, 24 gennaio 2010

Purtroppo non è tutto……

“Questa notte alle 3 “ignoti” hanno dato alle fiamme il presidio di Borgone. E’ il secondo presidio andato a fuoco in una settimana.
E’ stata la loro risposta alla manifestazione dei 50.000 “scudi umani” di ieri.
Non è tutto: blitz di un gruppo di ragazzi valsusini della Giovane Italia, movimento giovanile del PdL, che hanno tolto il “NO” della gigantesca scritta “NO TAV” che campeggia sulle pendici del Musinè, la montagna all’ingresso della Val di Susa.
Questa volta hanno rivendicato il gesto: in una nota il presidente provinciale della Giovane Italia torinese plaude al gesto dei suoi “ragazzi”.
Intanto questa mattina il PD torinese e piemontese ha chiamato raccolta in una sala del Lingotto i fantomatici “SI TAV” propagandando la riunione come “grande manifestazione bipartisan” sitav.
Lascio ad ognuno stabilire i nessi tra questi fatti
Comitato NOTAV Torino

fonte

Stop al consumo di territorio

Stop al consumo di territorio

E a Firenze ci aspettano due tunnel TAV ed una stazione sotterranea faraonica, nonostante progetti alternativi meno impattanti, meno costosi (link)


I “mille” di Firenze lo scorso 28 Novembre


Fonte articolo

Stop al consumo di territorio
Porta la sporta

Share/Save/Bookmark
add page

Nessun commento:

Posta un commento