07/02/10

La Fotografia che farà imbestialire tutti i Fan Berlusconiani.


Tasse. Tante. E Balle, troppe.
Se non fosse che ci siamo dentro tutti, fino al collo, potremmo riderci su. La Corrida Fiscale messa in scena dal nostro Premier nelle ultimissime settimane merita di essere raccontata. Davvero.
  • 6 gennaio, Berlusconi: "Nel 2010 ridurremo le tasse". Dopo 2 ore la smentita di Bonaiuti: "Mai detto".
  • 9 gennaio, in un'intervista a Repubblica il Premier annuncia la bomba. Sta lavorando ad un sistema fiscale con 2 sole aliquote, 23 e 33%. Sergio Rizzo sul Corriere trancia ogni entusiasmo, sono due decenni che sentiamo 'sta storia! Nessun dubbio nemmeno per Tito Boeri su Repubblica: in un Paese caratterizzato da diseguaglianze sempre più forti, sarebbe un regalo clamoroso ai ceti più abbienti. L'Espresso conferma: "Meno tasse: ma a chi?".
  • 12 gennaio, Il Giornale comunque ci crede (ancora rido, ahaha!), e annuncia il "Nuovo Contratto con gli Italiani". Rivoluzione Liberale! Riforma del Fisco! "Una manovra così non la si era mai vista!", dicono che l'accordo a Palazzo Grazioli è stato finalmente siglato, che è l'ultima occasione, che ci sta pure Fini: finalmente si tagliano le tasse!
  • 13 gennaio, bastano 24 ore perchè Berlusconi spenga l'entusiasmo di Feltri e di molti cittadini: "La crisi non permette nessuna riduzione delle tasse". Si scatena la furia di Libero e del Giornale, alla trilionesima menzogna fiscale pure da quelle parti un sussulto di dignità, guardate qui.
  • 22 gennaio, Berlusconi è alle corde, e prova a salvare il salvabile. "Sono soddisfatto perchè nonostante la crisi siamo riusciti a non mettere le mani nelle tasche degli italiani". Tutto falso naturalmente, da pochi giorni sono usciti i dati disastrosi di Sole 24 Ore e Corriere della Sera. Nel 2010 pagheremo di più, raggiungendo uno dei punti più alti della storia repubblicana. E tra aumento di Canone Rai, sovrapprezzi su memorie digitali, privatizzazioni idriche, tagli alle agevolazioni ed aumenti delle bollette, beh, le nostre tasche ne risentiranno eccome.
  • 6 febbraio, Berlusconi non si rassegna, questa è schizofrenia istituzionale: "Nonostante la crisi l'Italia se la cava meglio degli altri, e abbiamo pure abbassato le imposte". Ancora una balla, e finalmente il Pd alza la voce, ecco un po' di schiaffoni. Ma la cosa più impressionante, o forse nemmeno tanto, è un'altra. Libero ed Il Giornale dopo essersi infuriati per le smentite papali del 13 gennaio, stavolta si inginocchiano e fanno finta di nulla, come ben racconta Il Nichilista.
Ricordo nitidamente il bombardamento mediatico che subimmo nel disastrato biennio prodiano. Ci sentivamo stritolati da un cappio al collo fiscale che giorno dopo giorno seviziava le nostre finanze. Visco, Padoa Schioppa, voraci riscossori. E ora quell'immagine lassù [qui la pagina integrale di Repubblica con tutti i dati]. Per chi frequenta questo blog sa che non è una novità, da tempo batto sul punto. In questo momento siamo immersi in una delle più profonde gole tributarie dal dopoguerra ad oggi, alcuni economisti parlano di record assoluto. L'unica consolazione, se così possiamo chiamarla, è mettere al corrente l'elettore berlusconiano di questo straziante dato. Tasse: Berlusconi peggio di Prodi. Anche se piuttosto che ammetterlo, preferiscono pagare.

Fonte articolo

Stop al consumo di territorio
Porta la sporta

Share/Save/Bookmark
add page

1 commento:

  1. Un interessante, per me, scritto, da parte di Michele Nista sul suo, davvero, anti maf..ascismo di Silvio Berlusconi, michelenista.blogspot.com.
    Sent by John Galimbelli - Democracia y libertad - New York
    ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
    Michele Nista: Silvio Berlusconi, sei un viscido e criminalissimo mandante di assassini, piu' tantissimo di orribile altro, ma giudichi Mahmud Ahmadinejad, per leccare il piu' possibile, i vertici massonici mondiali ( come da tuo solito vermecoipotentinazistacongliultimi) esattamente lo stesso, di quando un mafioso da' del delinquente a un camorrista.
    ~~~~~~~~~~~~~
    PER FAR SALIRE I SUOI TITOLI MAFIASET E BANCA MAFIOLANUM ( E' GIUSTO SOTTOLINEARE CHI E' IL VERO PADRONE DELLE AZIENDE MAFASCISTE DI BERLUSCONI), IN BORSA, IL PAPPONE DI ARCORLEONE DA' DEL TIRANNO A MAHMUD AHMADINEJAD. SILVIO BERLUSCONI, LO SCHIFOSO MARCHETTARO DI " DEMOCRATICISSIMI" DITTATORI COME GHEDDAFI ( FINTA SIN), PUTIN ( PESANTE DX), LUKASENKO ( FINTA SIN), ZINE EL ABIDINE BEN-ALI ( PESANTISSIMA DX), COLUI CHE FA UCCIDERE SE LO SI CRITICA, OVVIAMENTE, VIA " SUICIDATE" STRANE, INCIDENTI STRANI, MALASANITA' STRANA, SE NON, VIA ESPLOSIONI ALLA LIBANESONA, STILE CAPACI/VIA D'AMELIO, GIUDICA ALTRI DITTATORI COME LUI, PER SUPPLICARE PROTEZIONI MASSONICHE INTERNAZIONALI CHE DAVVERO CONTINO. NON ADORO PARTICOLARMENTE MAHMUD AHMADINEJAD, PROVO ESTREMISSIMO RIBREZZO, SI, ESTREMISSIMO RIBREZZO PER LE SUE IMPICCAGIONI OBROBRIOSO/SPETTACOLARI, AD ALTISSIME GRU. NON MI PIACE AFFATTO QUANDO DICE CHE ISRAELE DEVE SCOMPARIRE, MA SILVIO BERLUSCONI E' MOLTO PEGGIO DI MAHMUD AHMADINEJAD (!!!), SECONDO ME, IN QUANTO E' UN CRIMINALISSIMO, IPOCRITAMENTE, FINGENTESI " NORMALE". SILVIO BERLUSCONI FA ESPLODERE LA GENTE, FA SCOMPARIRE LA GENTE, CORROMPE COME UN PORCO MAI VISTOSI PRIMA, IMPONE BAVAGLI TAPPABOCCA NEONAZISTI, RICICLA CASH MAFIOSO A VALANGHE, E' PROBABILISSIMAMENTE PEDOFILO, E' UN FOLLE MANIACO SESSUALE, E' UN LADRO, E' UN VIGLIACCO, E' UN FALSISSIMO, E' UN DITTATORE MODERNAZIFASCISTA, E' UN COMPLOTTARDO, E' TAPPETO COI POTENTI E FRUSTATORE A MORTE DEGLII ULTIMI, E' IN POLITICA SOLO PER EVITARE BANCAROTTA, E IN TANTI, DICONO PURE, IL CARCERE. SI FA LEGGI STILE " RE SOLE", ANZI, STILE " RE SOLE MISTO AD AL CAPONE", A TAL PUTRIDO PRO, E DI CONTINUO!!! SILVIO BERLUSCONI, NON GIUDICARE NESSUNO, PERCHE' AL MONDO SEI IL PIU' SCHIFOSO INDIVIDUO VIVENTE, CHE UCCIDE PROFESSIONALMENTE, SOCIALMENTE, CIVILMENTE, MATERIALMENTE E ANCHE FISICAMENTE, MA POI, CON QUEL TUO SORRISO DI PLASTICA, CON QUELLA TUA PELLE DI PLASTICA, CON QUEI CAPELLI DI PLASTICA, PENSI DI FAR FESSI TUTTI. IO, MICHELE NISTA, DARO' LA MIA INTERA VITA, PER SMASCHERARTI, PER SVERGOGNARTI, DAVANTI AL GLOBO INTERO, AL GLOBO TUTTO. Nista Michele

    RispondiElimina