30/11/10

Ahi ahi ahi....Immobiliare USA

Aggiornamento delle 16.26
Ed anche l'indicatore super-ritardato (lagging) ovvero l'Indice S&P/Case-Shiller inizia a certificare il calo dei prezzi delle case in USA: la ricaduta double-dip dell'immobiliare americano è ufficialmente iniziata; vedremo quanto sarà profonda.
Usa, S&P/Case-Shiller: prezzi case settembre calano oltre attese
I prezzi delle case monofamiliari degli Usa in settembre delle venti aree metropolitane Usa, secondo S&P/Case-Shiller, sono scesi del -0,8% rispetto al mese precedente, più delle attese che indicavano -0,3%.
Su base annua il dato è in progresso dello 0,6% contro attese per un rialzo dell'1,1%.
Nel terzo trimestre i prezzi delle case sono scesi dell'1,5% rispetto allo stesso periodo del 2009 e del 2% rispetto al trimestre precedente.
La Bibbia di Calculated Risk chiosa:
Prices are now falling - and falling just about everywhere. And it appears there are more price declines coming (based on inventory levels and anecdotal reports).

-------------------------------------------------------------------------------
Tutti ultimamente (me compreso) sono (giustamente) concentrati sul PIIGS-Patatrac e sull'Euro-Tragedia.
Però non dobbiamo dimenticarci degli USA che se ne stanno belli belli al di là dell'Oceano, protetti (per ora) dai loro buchi neri grazie alle instancabili stamperie della FED e grazie alla loro indubbia capacità d'imporre i propri debitoni al mondo intero...

Ecco una delle cose sulle quali Bernanke&soci stanno perdendo il sonno, perchè potrebbe bloccare il gonfiaggio della Bolla che stanno perseguendo con ogni mezzo...(vedi ieri quel bellissimo POMO da 9 miliardi di $ che ha provvidenzialmente tamponato le borse USA).
Alcuni dati chiave infatti potrebbero far scendere ulteriormente i prezzi dell'IMMOBILIARE USA di un altro -10%/-15%, come vi preannuncio da tempo.
Le conseguenze di tale ulteriore discesa dei prezzi sarebbero ferali, soprattutto sul settore finanziario/bancario e dunque a cascata sull'economia reale, sulla disoccupazione, sulle imprese....etc etc

I parrucconi hanno ripreso da tempo il boccino in mano a suon di trilioni di dollari di ulteriore debito...
ma il nodo Immobiliare USA rimane una delle cause che potrebbe ancora farglielo sfuggire tra le dita.
Ci sono altre numerose micce in grado d'innescare in tempi rapidi dei bei patatrac, tra le quali i "problemucci" che ben conosciamo sui debiti sovrani dei PIIGS...;-)
Ma la miccia immobiliare USA rimane una delle più insidiose.

Prima di tutto gli inventari di case INVENDUTE continuano a rimanere belli PIENI: addirittura, rispetto all'anno scorso, in Ottobre sono "ingrassati" dell'8,4%, perchè in giro è strapieno di case&casette che incontrano una flebile domanda.
Insomma ci sono "scorte" d'immobili invenduti che a questo ritmo di vendite possono durare per per 10,5 mesi, ben sopra ad una normale media di 5-6 mesi.
Existing Home Inventory increases 8.4% Year-over-Year
da Calculated Risk di CalculatedRisk
....Although inventory decreased from September 2010 to October 2010, inventory increased 8.4% YoY in October.
This is the largest YoY increase in inventory since early 2008.

The year-over-year increase in inventory is especially bad news because the reported inventory very high (3.864 million), and the 10.5 months of supply in October is far above normal.
Sales for the last four months are significantly below the previous years,
and sales will probably be well weak for the remainder of 2010.
The bottom line: Sales were weak in October - almost exactly at the levels I expected - and will continue to be weak for some time. I
nventory is very high - and the significant year-over-year increase in inventory is very concerning.

The high level of inventory and months-of-supply will put downward pressure on house prices.


Detto...Fatto...
Le case Nuove in USA stentano come non mai ed i prezzi scendono.
Ci mancherebbe altro!
Con quel popo' d'invenduto sul groppone, retaggio dei tempi della Bollona Immobiliare dove si costruivano case anche per i conigli domestici ma soprattutto le banche concedevano mutui del 100% del valore anche ai suddetti conigli....che pagavano in carote e nemmeno con regolarità....
Usa:a Ottobre Crollano Vendite Nuove Case -8,1%. Prezzi a Minimi Da 2003
(ASCA) - Roma, 24 nov - Crollano le vendite di nuove casenegli Usa.
Nel mese di ottobre il mercato ha registrato unaflessione pari a -8,1% su base annualizzata portando iltotale a 283 mila unita' vendute. ...
Il prezzo medio della abitazioni unifamiliare e' sceso del 13,9% a 194 mila dollari, il minimo dall'ottobre 2003.

Ad incrementare la forte PULSIONE alla discesa dei prezzi ci si mettono pure gli INVENTARI OMBRA (Shadow Housing Inventories: vedi definizione di Calculated Risk)...
ovvero "le case ombra" che sono in bilico (case di mutuatari insolventi, case in fase di pignoramento, case di proprietà delle banche etc) e che dunque starebbero per finire ufficialmente sul mercato delle vendite rimpinguando ulteriormente le scorte d'invenduto.
Queste OMBRE si sarebbero nuovamente ringalluzzite toccando i livelli massimi del picco della Grande Crisi: 2,1 milioni di case che starebbero per essere riversate sul mercato immobiliare, portanto il livello di invenduto a ben 6,1 milioni di unità. Olè!
Shadow Housing Inventory Jumps To 2.1 Million, Pushing Total Supply Back To Crisis Levels (22 Novembre 2010)
....From CoreLogic: Shadow Inventory Jumps More Than 10 Percent in One Year, Pushing Total Unsold Inventory to 6.3 Million Units
....Corelogic's new shadow inventory report shows a jump to 2.1 million homes from 1.9 million last year.
These are homes that are seriously delinquent, foreclosed, or bank-owned, which are not reported in the 4.2 million units of unsold supply.

Analysts like
Calculated Risk were expecting a number between 1.5 million and 2 million.
In the chart below you can see
how much pending inventory is waiting to flood the market. The total supply of 6.3 million units has returned to the worst levels of 2008.
And that doesn't even include delinquencies of less than 90 days, which would push the shadow inventory up to 7 million.


Insomma per smaltire tutto 'sto poropo' di case (ombre comprese) ci vorrebbero ben 23 mesi di acquisti continui da parte di voraci acquirenti....in netto aumento rispetto ai "soli" 17 mesi dell'anno scorso.
Non c'è che dire: un bell'intasamento...visto che le banche hanno fretta di realizzare cash, spesso per non essere chiuse durante il week-end per mano della FDIC...(vedi la mia celeberrima Telenovelas "Come le Mosche").

Se poi a tutto questo panorama già carico di nere nubi all'orizzonte
aggiungiamo anche questi tre grafici assai significativi (domanda/offerta/prezzi)
beh....la ripresa del Temporale sembra essere sempre più vicina.

....We’ve seen clear evidence in recent weeks that the housing double dip is in process. Price declines have varied depending on different reports with the prices of new homes reported as low as -13% year over year.
The problems in housing remain entirely intact and as I’ve repeatedly stated over the course of the housing crisis it remains a problem of supply and demand.

If you’re attempting to visualize the problems in the housing market look no further than the following three charts (via Mortgage News Daily):


Demand

Supply

Price

With supply near its all-time highs and demand near its all-time lows it’s safe to assume that prices have only one direction to move and that’s lower.

Fonte articolo

add page

Nessun commento:

Posta un commento