14/04/11

Giappone. Dicevano i nonni...

La Tokyo Electric Power Company, TEPCO, sostiene che la temperatura dell'acqua nella piscina delle scorie nel reattore n°4 di Fukushima sia salita sopra i 90 gradi Celsius. Si teme che le barre di carburante esausto siano danneggiate.

Notizia di oggi, da qui.

I nonni avevano avvisato. Ma noi, nella nostra infinita presunzione, siamo convinti che la superiore tecnologia renda inutili i loro sciocchi insegnamenti.

Quella che vedete qui sotto è una stele di pietra incisa. Ce ne sono altre centinaia sulle colline di tutto il Giappone, e risalgono a secoli fa. Riesco ad immaginare la fatica di quegli uomini, che hanno scavato, scolpito, eretto tutti questi cippi, impegnati a rendere un servizio a remoti pronipoti che avrebbero seguito con diligenza i loro saggi consigli. La scritta recita:

Le abitazioni in alto sono pace ed armonia per i nostri discendenti. Ricordate la calamità dei grandi tsunami. Non costruite nessuna casa al di sotto di questo punto.

Chissà cosa direbbe il nonno se sapesse che siamo andati a costruirci le centrali nucleari. Due ceffoni, e in ginocchio sui ceci.

r-JAPAN-TSUNAMI-ANCESTORS-large570.jpg

Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento