04/05/11

Benza in the U.S.A.

Ecco un veloce aggiornamento dei prezzi della Benza in the U.S.A.
E' una variabile assai importante non solo per l'inflazione ma anche per la propensione ai consumi, per il mercato dell'auto e dei trasporti etc etc
Naturalmente (si fa per dire...)
la FED non conteggia nè la benzina nè il cibo nella sua "inflazione FED-sterilizzata"....
Vedi cosa ci raccontava MERCATO LIBERO in
RALLENTAMENTO INFLATTIVO ! ARTICOLO DA LEGGERE
La parabola del pane e dell'Ipad 2 sta facendo il giro del mondo!!!.....
Il presidente della Fed di NY davanti alla domanda sull'aumento del pane ha risposto che l'IPAD 2 costa come il numero 1 ma è doppiamente piu' potente e quindi l'aumento del pane è ininfluente per la dinamica dei prezzi.
L'inflazione PER LA FED ....DEVE ESSERE DIVISA
FRA INFLAZIONE COMPLESSIVA (da tenere semplicemente
d’occhio)
e INFLAZIONE AL NETTO DI ALIMENTARI E ENERGIA (quella che conta per la politica della FED

MERCATO LIBERO SOSTIENE INVECE CHE L'UNICA INFLAZIONE DA GUARDARE E' QUELLA DATA DA ALIMENTI ED ENERGIA (e siamo oltre il 10%....)...ma questo alle banche centrali NON interessa (ma al nostro portafoglio si!).
Quindi, in USA l'inflazione al netto di alimenti ed energia è (al momento) sotto controllo!
CERTO ...CON TUTTO IL RALLENTAMENTO IN CORSO NELLA VERA ECONOMIA....è evidente che i prezzi salgono ma poco...
Peccato che il popolo USA perda VELOCEMENTE potere d'acquisto, si impoverisca.......
IN ITALIA IL DATO INFLATTIVO IN AUMENTO DELLO 0,5% (OVVERO DEL 6%) E' PALPABILE AL RISTORANTE (con prezzi in forte aumento negli ultimi mesi), AL SUPERMERCATO PER I GENERI ALIMETARI E NELLA BENZINA...
I consumi languono, la gente va meno in giro (ma non lo dice per paura di essere additati come in difficolta' da amici e conoscenti)..............

Come potete vedere dai grafici sotto allegati, ci stiamo avvicinando sempre più ad un livello critico di caro-benzina come non si vedeva dal 2008....
e poco dopo ci fu la Grande Crisi...;-)



And Now There Are 13 States Where Gas Costs Over $4

Gas prices are up 8 cents from last week, lifting the average price per gallon to an interim high of 3.963.

Drivers are feeling the pain in Washington, Rhode Island, Wisconsin, Ohio, New York, West Virginia, Alaska, Michigan, Indiana, California, Connecticut, Illinois and Hawaii.

Here's a chart via Doug Short:

chart



Ripassatevi dunque le mie FORMULETTE PETROLIFERE:
...Inoltre in USA ogni 10$ di aumento del Petrolio si traduce in (più o meno) +25cent di costo della benzina al gallone e spannometricamente per 1 cent di aumento della benzina si perde in USA 1 miliardo di $ di consumi
Visto che la benza è schizzata a 3,5$ al gallone aumentando di 1 dollaro in 12 mesi e di 0,5$ negli ultimi pochi mesi...ci sono già in ballo 50miliardi di $ di consumi in meno se continua così i benefici del tax cut approvato da Governo USA (100-120 miliardi) verrebbero mangiati dal caro benzina....
ma sono calcoli spannometri perchè il caro-benzina CAMBIA le abitudini dei consumatori, gli spostamenti, i trasporti merce, la propensione al risparmio, la fiducia consumatori, l'atteggiamento della banca centrale e del governo...dunque...


Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento