29/06/11

Nucleare USA. Fuoco a Los Alamos e acqua vicino ai silos.

Arrivano notizie non confortanti dal nucleare americano. Oltre all'alluvione che sta seriamente minacciando la centrale di Fort Calhoun, dove l'acqua è arrivata a meno di un metro dal limite oltre il quale allagherà le piscine delle barre esauste, c'è un grave problema con gli incendi che stanno devastando il New Mexico. Sembra infatti che le fiamme siano arrivate al celebre laboratorio del "Progetto Manhattan" per le armi nucleari a Los Alamos.

Così la Reuters:

I vigili del fuoco del New Mexico stanno combattendo da tre giorni contro le fiamme fuori controllo in uno dei principali centri di produzione USA per armi nucleari. Il fuoco sta bruciando a poche miglia da un sito di stoccaggio che contiene 20.000 barre di plutonio nei laboratori di Los Alamos. (...) L'incendio, scoppiato domenica per la caduta di una linea elettrica, ha già bruciato 25 mila ettari di pineta in due giorni.

I vigili del fuoco temono che l'incendio possa con facilità raddoppiare o triplicare di intensità. I 24 mila residenti di Los Alamos e dei laboratori sono stati già evacuati. Nel sito di stoccaggio, le barre di plutonio sono piazzate sottoterra, altre sul terreno sotto delle tende, o ancora semplicemente sistemate all'aperto sull'asfalto.

Per quanto riguarda la situazione dell'alluvione, a Minot nel Nord Dakota i cittadini stanno scappando in massa perché l'acqua minaccia di raggiungere i silos dove sono sistemati 150 missili nucleari Minuteman III (notizia ABC).

Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento