31/10/11

La Grecia ha fatto DEFAULT. Avanti il prossimo...

Aggiornamento delle 16.39
Come twittavo poco fa...
Evoluzioni dell'Haircut Ellenico da 50%: facciamo 100% e non ne parliamo più....
IIF says it is working with 40-45 firms in regards to taking over 85% haircuts of Greek government bonds
------------------------------------------------------
La Grecia, con il suo haircut selettivo del 50%,
E' FALLITA ANCHE DE FACTO
oltre che tecnicamente.....

In effetti l'avevo dato per scontato
visto che per me la Grecia è fallita da almeno 2 anni (e l'ho predicato con largo anticipo in questo Blog)
e che l'accordo sull'haircut è solo un'ufficializzazione della realtà fino ad ora nascosta e rimandata.
Per me IL DEFAULT DELLA GRECIA era scontato,
ma la maggioranza non se n'è nemmeno accorta....
e naturalmente i mass-media non hanno trasmesso chiaramente questo semplice e cristallino concetto.
Ripeto: LA GRECIA FA DEFAULT, anche se in modo selettivo ed a macchia di leopardo: qualcuno non pagherà nulla (per ora), qualcuno pagherà qualcosa, qualcun'altro pagherà salato.

Ma non voglio scendere nei particolari del mercato del pesce che si è creato.... e che continuerà a crearsi sul default della Grecia: sono normali fenomeni di contrattazione dove ciascun attore cerca di far prevalere il suo interesse e naturalmente gli attori più forti la spunteranno meglio di quelli deboli...

La Grecia ha solo aperto la strada dei Default, essendo lo Stato più alla canna del Gas di tutta la banda: il punto non è tanto il suo Default del 50% ma piuttosto come sia stato possibile rimandarlo fino ad oggi...
Dobbiamo guardare avanti...
perchè altri PIIGS inizieranno a scalpitare per SEGUIRE la strada della Grecia...

Nella Hit Parade delle prossime crisi convulsive da DEFAULT io vedo
prima di tutto il PORTOGALLO con i suo dati agghiaccianti
Portogallo: Governo Taglia Stima Pil 2011 a -1,9%, 2012 -2,8%
con circa l'80% del suo debito pubblico in mano straniera
e con scarsissime potenzialità industriali e di recupero economico.
E la leadership politica portoghese già scalpita per poter beneficiare di migliori condizioni sui prestiti ed eventualmente di un haircut in stile ellenico...
Okay, Very Soon We're Going To Have To Start Talking About Portugal
Just a warning: We're going to have to start talking about Portugal again, probably rather soon.

Remember, this is a country that's already received IMF assistance, and its
2-year debt is trading over 18%.
Ambrose Evans-Pritchard recently wrote a story about its "Grecian vortex", citing worrying comments from ECB officials on Portugal.
Meanwhile, its leadership, having seen the
sweet deal received by Greece, is already chattering about renegotiating its bailout.
A seguire vedo la Spagna
che ha un debito/PIL solo al 63,8% (in continua salita)
ma che ha un deficit/PIL pesante: nel 2010 al 10% circa e quest'anno è previsto un 6%, ma quasi sicuramente sarà più alto
una disoccupazione stellare (21%)
una crescita minimale: PIL 2011 al +0,7% (?) e 2012 quasi sicuramente in negativo
Ma il problema principale è l'abbraccio mortale
tra la MEGA-BOLLA IMMOBILIARE in fase di esplosione
ed il Sistema Bancario Spagnolo
CHE HA CREATO voragini colossali modello "Irlanda"...e tali voragini si stanno allargando sempre di più...
Vedi tanto per....l'ultimo dato immobiliare spagnolo di stamattina: da FILM HORROR...
Spanish Total Housing Permits (Aug) M/M -41.9% vs. Prev. -11.9% (Rev. to -11.8%)

Poi ci sarebbe l'Italia....
che potrebbe anche diventare la prima della lista
perchè è il bersaglio più grosso ed efficace...se vuoi fare soldoni al ribasso su tutto il castello europeo.
Ed in più c'è anche la ciliegina del Premier/Premium-sui-BTP Berlusconi che rende molto più facile il gioco a chi vuol giocare al ribasso sull'Italia.
Come twittavo, i segnali d'allarme stanno già ri-tingendosi sempre più di rosso...
Ita-Ger 10Y 404 (+19), Spa-Ger 355 (+22), Ita Cds 429 (+32); Btp 10Y 6,12% (+12)

stefano bassi

e come vi avevo preannunciato...Italia: tasso disoccupazione a settembre (prel.) sale all'8,3% (dal 7,9% di ago) - Yahoo! Finanza
stefano bassi

Rendimento BTP 10y al 6,1%...Come vi dicevo il bazooka non aveva senso così come concepito ed anzi mette l'Italia nell'occhio del ciclone
stefano bassi

spread btp-bund di nuovo sopra ai 400 punti. Come vi dicevo il bazooka non aveva senso così come concepito

Se poi aggiungiamo le toto-previsioni OCSE a livello Eurozona...
mi sorge spontanea la domanda: quanto potrebbe buscare l'Italia?...

Alla fine della fiera è evidente che un Bazooka europeo salva-PIIGS
che per funzionare deve chiedere le munizioni alla Cina ed al BRIC...
beh...è una CAGATA PAZZESCA...come avrebbe detto il buon Fantozzi...

Prossimamente, per par condicio, parleremo anche del PIL farlocco degli USA (3° trimestre)...
ma loro possono stampare dollari a go-go...
e non è una diffrenza da poco....;-)
...ecco la bellissima dichiarazione di Bill Fleckenstein, presidente di un Hedge Funds ed esperto opinionista finanziario.
Bill Fleckenstein: The Only Difference Between The US And Greece Is A Printing Press
L'unica differenza tra gli Stati Uniti e la Grecia è una macchina stampa-dollari...

Sembra banale ma lo è meno di quanto sembri.

Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento