06/02/12

La Grecia, sempre la Grecia...

Aggiornamento delle 13.30
Vicini all'Accordo? (?) (?) (?)
Announcements of Greek political deal likely later today according to a source
Greek leaders close to agreeing cut in supplementary pensions according to a source
Greek leaders close to agreeing average 20% cut in minimum wages according to a source
Mentre l'accordo sull'haircut è da tre mesi che deve essere closed in the next days...
EU says Greece PSI could be closed in the next days
------------------------------------------
Mentre i Tori imperversano sulle Borse di tutto il Mondo....
e mentre gli USA sono sempre più convinti di aver svoltato il turning point e di stare per accelerare
in un'altra parte del mondo...la Telenovelas Ellenica pare essere arrivata ad una svolta decisiva.

La Troika (BCE/UE/FMI) vorrebbe imporre ad ogni costo una cura draconiana sul fronte del mercato del lavoro greco:
come regalino per l'impiego pubblico 150mila dipendenti statali andrebbero licenziati
e come regalino per l'impiego privato ciao ciao alle gratifiche, alle tredicesime ed abbattimento dello stipendio minimo, oggi fissato alla "stellare" cifra di 750 euro al mese...

Se non verrà fatto questo macello
pare che la Troika..... abbia imposto un picche assoluto
sia sull'ulteriore tranche di finanziamenti alla Grecia da 130 miliardi che, grazie all'effetto "avvitamento in depressione", in qualche mese sarebbe già lievitata a 145 miliardi,
sia sulla bozza d'accordo per un haircut al 70% sui creditori privati.

Di fronte a scelte così estreme
pare che addirittura un ex-BCE come il Premier Pamademos stia per alzare bandiera bianca e per dare le dimissioni
Allo stesso tempo i falchi come la Germania avrebbero alfine capito che spremere un limone già spremuto non è di molto vantaggio per le loro banche e dunque starebbero per accettare sempre di più la prospettiva del Default.
Perfino un Orsacchiotto di Pezza come Juncker è arrivato ad ammettere la possibilità di un default ellenico se...

La Tragedia ellenica è assai complessa ed è un processo multicausale
ma sicuramente l'incancrenimento ed il colpo di grazia arrivano dal solito euro-gabbia per i PIIGS:
Italy voluntarily reduced itself to the status of third-world countries that have to borrow in a foreign currency (the euro) - P. Krugman
Sostituite Italy con Greece o con Portugal etc ...e va bene uguale.
L'uscita dal vicolo cieco ellenico risulta sempre più impossibile:
o si continua a foraggiare Atene dall'esterno
oppure si continua a spremerla con il rischio che le cure da cavallo uccidano il paziente, ottenendo un effetto controproducente.
Greece's debt is "only" 159.1% of their GDP – that's just lunch money to Japan and you don't see anyone worrying about them, do you?
Portugal's debt to GDP ratio has gone from 106.5% to 110.1% last quarter but the year before it was at 91.2% so let's look on the bright side and say their debt acceleration is slowing.
Ireland
also "only" rose to 104.9% (not 105%!) from 102.3% and that's much slower than the run from the previous year's 88.4%,

which is about where the UK is now (85.2%) and that's below the EU average of 87.4% so bravo Britain and all that!
Ecco perchè si fa sempre più forte la tentazione
di arrischiarsi a vedere se il DEFAULT della Grecia
potrebbe NON assomigliare a quello di Lehman Brothers....
In effetti potenzialmente potrebbe addirittura essere PEGGIO...
In bocca al lupo: ne abbiamo bisogno...

Nota: come potete notare ho usato ovunque il condizionale,
visto che la telenovelas ellenica non finisce mai
ed è sempre piena di capovolgimenti di fronte a 360°....il problema è che non sono mai risolutivi.
Tra 5 minuti potrebbero annunciare un accordo
oppure il default
oppure lo sbarco dei Marziani ad Atene....

Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento