21/06/12

NESSUN CI CASCHI!

Daniela Santanché PDL Elezioni

 Siete alla fine dell'ordoviciano, o del mesozoico, o del tardo, secondo repubblichiano L'aria intorno a voi si è fatta rovente. Gli animali di cui vi nutrivate sono diventati più intelligenti: non riuscite più a predarli. La vostra mole richiede risorse che l'ambiente circostante, ormai mutato, non può più garantirvi. Stremati, vi abbattete vicino a quel che resta di un antico specchio d'acqua, ormai ridotto a una pozza melmosa e maleodorante. La fine è vicina. Potete sentire il battito del vostro cuore rallentare, mentre tutto intorno a voi, lentamente, si fa nero.

Questo è il Pdl oggi: un manipolo disordinato di vecchi potenti ormai sull'orlo dell'estinzione. Ma nessuno vuole morire. Chiunque si aggrapperebbe a qualsiasi cosa, tenterebbe qualsiasi improbabile, disperata, ultima carta pur di rimandare l'appuntamento con la vecchia signora armata di falce. Ed è così che, stante l'approssimarsi delle elezioni politiche, consapevole dei sondaggi catastrofici che relegano il suo apparato di potere al livello che merita - ovvero tra la feccia della politica - Silvio Berlusconi tenta il grande bluff. Che percentuale di gradimento ha la Merkel? Quale orticaria provoca la parola euro alla maggior parte degli italiani? Perché uno come Beppe Grillo sta per ritrovarsi alla guida del primo movimento politico italiano?

 L'uomo del marketing per antonomasia non ha dubbi: l'unica speranza di non diventare cibo per avvoltoi è cavalcare la protesta. L'alternativa alla morte è giocarsi il tutto per tutto. Ed ecco dunque Daniela Santanchè candidarsi alle primarie e iniziare a sparare a zero contro la Merkel, contro l'euro, aprendo improvvisamente alle "scuole di economisti importanti che stanno facendo delle valutazioni interessanti" e che sostengono che abbandonare la moneta unica non sarebbe affatto una tragedia.

 Ma come? Non avevano sostenuto tutti il Governo Monti, concedendogli di fare scempio di ogni conquista di welfare faticosamente raggiunta in decenni di lotta sociale, perché bisognava fare presto? E improvvisamente, con livelli di spread quasi comparabili a quelli di novembre e un'instabilità dei mercati da paura, possiamo permetterci il lusso non solo di fare con calma, ma addirittura di fare proprio a meno dell'euro e dell'Europa? E i mercati? E l'inflazione? E la svalutazione mostruosa? E l'irresponsabilità di chi urlava a gran voce che doveva essere il popolo a decidere, e non questi quattro golpisti da avanspettacolo? Adesso inizieranno anche a citare Stiglitz e Krugman? E vuoi vedere che ci toccherà sorbirci Brunetta fare campagna elettorale citando Warren Mosler e riciclandosi come un esperto di Modern Money Theory?

 No grazie, non abbiamo bisogno di ruffiani che non muovono un passo se non sono prima confortati dai sondaggi, antieuropeisti d'accatto che cercano solo di interpretare l'elettorato per guadagnare qualche boccata d'ossigeno in più. Nessuno abbocchi alle loro sirene. Nessun ci caschi!

Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento