03/06/12

Tra terremoti e tasse, lo Stato pensa bene di "regalare" 285 milioni di euro alle Slot machine!


Ci sono 285 milioni di euro che potrebbero essere destinati alla ricostruzione dell’Emilia. Sono lì nelle casse del governo, e potrebbero essere usati per aiutare le popolazioni colpite dal doppio sisma di martedì scorso e del 20 maggio.

E invece il tesoretto sarà distribuito ai concessionari delle slot machine mentre il conto del terremoto sarà pagato dai soliti grazie all’aumento delle accise sui carburanti.
Il primo tesoretto da 62 milioni. (..) “I gestori delle slot machine avranno un rimborso da 133 milioni di euro, grazie agli oltre 29,7 miliardi di euro raccolti dalle ‘macchinette’ nel 2011”. Il decreto anti-crisi del governo Berlusconi del novembre 2008 prevede, infatti , un meccanismo diabolico che riduce l’aliquota delle tasse sugli introiti delle slot machine, quando la raccolta aumenta.


(..) un secondo tesoretto ben più consistente che sta per essere restituito proprio ai concessionari delle slot: 223 milioni di euro (poco meno dei danni strutturali in Emilia della prima scossa del 20 maggio) che lo Stato pagherà per il raggiungimento dei livelli di servizio da parte dei concessionari (Fatto Quotidiano)


Soldi che sborseremo nonostante le concessionarie di Slot siano state condannate a pagare una multa di 2,5 miliardi di euro (BPlus deve 845 milioni di euro, Cogetech 255 milioni; Sisal 245 milioni; Gamenet 23 milioni; Snai 210 milioni; Hbg 200milioni; Gmatica 150 milioni; Cirsa 120 milioni; Codere 115 milioni e Lottomatica 100 milioni), ma la sentenza è stata impugnata e per il momento sospesa.

Per la cronaca, il massimo beneficiario di questo sistema è Francesco Corallo (BPlus), che ha ricevuto proprio in questi giorni un mandato di cattura dal Gip di Milano per associazione a delinquere ... lui casualmente si trova attualmente all'estero ...

Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento