01/10/12

Due Mondi sempre più lontani...

Due Mondi sempre più lontani: le Borse e l'Economia Reale....
ed in particolare la Borsa USA e l'Economia Americana, con un solco scavato dalla FED e dal suo QE-to-infinity a fare da spartiacque ed a creare una delle maggiori sfasature mai viste.

Pensate che giovedì scorso il DJ è salito dello 0,54% e l'S&P500 addirittura del +1% con dati macro del genere:  

Venerdì scorso poi è entrato in contrazione perfino il Chicago PMI
ovvero l'indicatore di una delle zone manifatturiere più significative per gli USA e più attive al Mondo che normalmente si espande addirittura sopra i 60pt, a livelli più forsennati della stessa Cina....
E' impressionante la velocità di caduta dell'Indice Chicago PMI che solo qualche mese fa era a livelli di forte espansione.
Come ha reagito il DJ?
Con una "devastante" correzione del -0,38%....:-)

Il Chicago PMI è calato a settembre, rispetto ad agosto da 53 a 49,7 punti. Si tratta del più basso livello da tre anni. Gli economisti avevano atteso un calo a 52,9 punti
Trai tanti segnali negativi provenienti dagli USA (che tra parentesi sono sotto terapia intensiva da parte della FED e del Governo Federale...eppure non solo crescono a stento ma addirittura rischiano la Recessione...) un sotto-indice fondamentale negli ordini di beni durevoli made in USA è finito a livelli che storicamente hanno sempre rappresentato RECESSIONE:
The three-month moving average of core capex orders (i.e. nondefense capital goods excluding aircraft) was -4.1 percent in August.
"History shows when the trend weakened to the level we see today, the economy was in recession 100% of the time,"
Insomma...
negli USA sono sull'orlo di una Recessione oppure, secondo i più pessimisti, ci sono già entrati da qualche mese....
Eppure il Dow Jones rimane ben saldo sopra i 13mila punti
ad una manciata di punti DAI MASSIMI STORICI DI SEMPRE....
ovvero di quando il PIL USA saliva del 3% e fischia all'anno...e quando le banche non facevano ancora "equilibrismo" sulle VORAGINI da esplosione della BOLLA_v.2007_sub-prime

......Pensate che lo stesso Dave Rosenberg, ovvero l'analista più orso del globo, ha dovuto sconsolatamente arrendersi di fronte al potere di pompaggio della FED...
e prodigarsi in questo bell'esempio di bispensiero molto simile al mio:
"c'è una sfasatura incredibile tra economia reale e mercati, le banche centrali stanno alzano la posta e giocando d'azzardo"...
MA....
"i mercati continueranno a gonfiarsi e dunque dobbiamo pragmaticamente approfittarne"
(a meno che non arrivi il classico Cigno Nero a guastare tutto il bel giochino...e ce ne sono tanti in agguato, vedi per es. tensioni Cina/Giappone...)
Infatti Rosenberg afferma:
"La FED è riuscita a negoziare un divorzio tra l'economia ed il mercato azionario". "E' veramente un trucco da Houdini di proporzioni epiche...Le Borse USA sono sui massimi di 5 anni anche di fronte ad un peggioramento della disoccupazione, a letture dell'ISM sotto i 50 punti, alle vendite al dettaglio negative nell'elemento "core" e con gli ordini di beni durevoli in caduta insieme alla produzione industriale. Per non menzionare l'outlook negativo di FedEx..."
In ogni caso, afferma Rosenberg, gli sforzi della FED di fare di tutto per spingere i tassi a livelli più bassi possibile rappresentano uno scenario bullish per l'azionario.
Rosenberg si fa un po' di calcoletti&correlazioni ed arriva a concludere che: "....almost 74% of the stock market movement can be explained by the level of the Fed's total assets ALONE since the QE1 announcement."
"Ipotizzando che la FED acquisti il massimo di bond come prospettato nel suo ultimo annuncio del FOMC e che esapanda il suo bilancio di 40mld di $ al mese, questi fattori potrebbero aggiungere 19 punti di S&P500 al mese..."
E' come il topolino nel labirinto al quale viene indicato un percorso ben definito perchè le altre vie sono precluse...
La FED non ha lasciato altre vie d'uscite agli investitori se non l'equities, le commodities, l'oro e poco altro....Tutto il resto negato, azzerato.
La Bolla continuerà ad essere gonfiata ad arte (anche se intervallata da notevoli correzioni)
fino a quando un bel giorno ci beccheremo un crollo da 1987, tutto in un giorno...
ma non so quando...altrimenti non sarei qui a bloggare...ma sarei sul mio atollo privato con 4 belle figliole che mi fanno aria con i flabelli e che mi servono cocktails freschi...:-)

Marc Faber: il QE aiuta solo le persone ricche
Il QE aiuta le persone benestanti che vedono i prezzi dei loro assets salire insieme al loro valore ma non aiuta la persona comune che è costretta a fronteggiare un costo della vita sempre più alto con i prezzi che crescono.
Il risultato del QE è che una piccola porzione dell'economia va in Boom mentre la maggioranza dell'economia ne viene danneggiata.
....
....This unlimited QE (quantitative easing) , buying mortgage-backed securities (MBS) and continuing operation twist
(NdR implementati dalla FEd di Bernanke) has the implication of simply having asset prices go up and the money flows down to the Mayfair economy (*). - in CNBC
(*) A Mayfair economy is one which benefits the wealthier and better off in society
 
Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento