30/01/10

Nasce la ‘Rete dei cittadini’

Questa mattina, a Roma, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della lista civica: ‘Rete dei cittadini’. Singoli cittadini, rappresentanti di comitati, associazioni e gruppi politici del Lazio, nella consapevolezza che gli attuali partiti politici sono responsabili della gestione fallimentare della cosa Pubblica, ci impegniamo a creare una forza politica unitaria che concorra alle prossime elezioni della Regione Lazio”, così recita l’introduzione del manifesto del movimento. L’intento, senza dubbio condivisibile, è quello di creare un nuovo modo di fare politica tramite la rete e con lo sviluppo di una democrazia diretta. Il fatto di poter votare una volta ogni quattro o cinque anni, tra schieramenti politici ormai distanti dagli elettori e di non poter esprimere più opinioni o dissensi durante i mandati è, secondo la Rete dei cittadini, una forma di democrazia sorpassata e poco democratica. Se un provvedimento non nominato nel programma del Partito eletto, viene presentato in consiglio per essere approvato – secondo la Rete dei cittadini – gli elettori devono poter dire la loro. Questo nuovo movimento, con tutti i mezzi a sua disposizione, cercherà di rendere informato e partecipe il proprio elettore.

Obiettivi principali sono la qualità della vita, l’ambiente, la mobilità, ma soprattutto “ridare dignità ad ogni singolo voto..Stanchi di vedere le proprie istanze inascoltate, vogliamo lanciare questa nuova sfida. Anche se ci sentiamo come Davide contro Golia, vogliamo far sentire la nostra voce. La nostra sfida va alla stampa e ai partiti. Alla stampa chiediamo di poter seguire anche la nostra campagna; ai partiti di invitarci al confronto e alla discussione” queste le parole della candidata alla Presidenza Marzia Marzoli, eletta democraticamente - tramite la rete - con ampi consensi.

A chi le ha domandato se faranno alleanze dopo le elezioni e cosa li differenzia dai normali partiti, la candidata alla presidenza ha risposto con un deciso: “No, le alleanze non sono la risposta. Al centro di tutto metteremo sempre il bene di tutti.” E in merito alle differenze: “Noi abbiamo fatto tutto questo da soli, non è stata un’iniziativa in vista delle prossime elezioni regionali. E’ un percorso nato circa due anni fa. I partiti hanno creato degli schieramenti con un livello di eterogeneità al loro interno elevatissimo. Noi siamo una lista civica fatta da cittadini provenienti da tutte le province del Lazio, che vivono ogni giorno a contatto con le vere difficoltà delle persone comuni. Vogliamo raccontare cos’accade dentro il consiglio regionale, perché – purtroppo – la gente non si rende conto di cosa realmente sta avvenendo.”

Ulteriori informazioni, e per prendere visione del programma della Rete dei cittadini, sono consultabili sul sito www.retedeicittadini.it, dove è possibile anche seguire la registrazione della Conferenza stampa di presentazione della lista. Un’idea che ha fatto riecheggiare e nominare tra i presenti le liste civiche già lanciate dal comico Beppe Grillo con i suoi gruppi sul territorio meet-up. Infatti un contatto tra questo nuovo movimento e quello dei grillini c’è stato e continua ad esserci. Sarebbe interessante capirne le sintonie o le eventuali divergenze, infatti lo spazio per iniziative di questa portata non è per ora ampissimo, verrebbe da domandarsi come mai non ci si unisca per il bene comune. Un accenno alle divergenze sembra essere nell’eccessivo attaccamento dei grillini al loro marchio più rappresentativo, il comico. Una cittadinanza sempre più attiva non può far altro che rallegrarci della presenza di antenne e spirito critico. In bocca al lupo a questa giovane e meritevole iniziativa.

di Alessandro Cascia

Fonte articolo

Stop al consumo di territorio
Porta la sporta

Share/Save/Bookmark
add page

Nessun commento:

Posta un commento