25/02/10

Too big to be prosecuted

Quando la dottrina italiana supera quella americana.

Il ministro Claudio Scajola ha oggi candidamente affermato:

«Ogni iniziativa giudiziaria che vuole riportare la legalità è ben accolta ma non c'è dubbio che ogni iniziativa giudiziaria ha dei contraccolpi. C'è bisogno di una moralità più forte ma anche di non destabilizzare il sistema»

Traduco, anche se non è necessario da quanto è chiaro:

Si, vabbé, ci sono le leggi, e ci sono pure un sacco di manigoldi che le violano ma sono tanto potenti nell'economia e nella politica del paese. Sarebbe bello se fossero onesti, ma non lo sono. E non potete mica perseguirli tutti, se no destabilizzate il sistema!

Per una volta siamo un passo oltre gli americani! Loro applicano la dottrina del "too big to fail" per salvare le grandi banche dal fallimento, noi applichiamo una nuova e ben più potente dottrina, "too big to be prosecuted", troppo grande per essere perseguito a termini di legge (figurarsi condannato!): le regole possono essere calpestate per salvare amministratori fraudolenti e politici corrotti e corruttori.

No, la "dottrina Scajola" non è più realista del re, è semplicemente e profondamente indecente, immorale, o più semplicemente stupida e rivelatrice del marciume e della illogicità nelle quali sguazza il Belpaese. In quale paese civile perseguire a termini di legge chi intasca in modo fraudolento denaro pubblico, chi corrompe, e chi si fa corrompere vuol dire destabilizzare? Eliminare amministratori che invece di competere e innovare congegnano frodi fa forse male alle imprese? Eliminare dal mercato aziende grandi o piccole che sono profittevoli solo se frodano fa forse male all'economia? Eliminare dalla scena politica personaggi che si fanno corrompere e che vanno a braccetto con mafiosi e camorristi fa forse male al funzionamento delle istituzioni?

Ma staranno mica sentendo arrivare qualcosa di grosso, di molto grosso e si sono messi in moto perché dopo il 1992 hanno imparato come fare e non si faranno certo fottere un'altra volta dalla legge che è uguale per tutti? Sarà una coincidenza che la procura della Cassazione proprio oggi ha chiesto che venga dichiarata la prescrizione del reato di corruzione per il quale è indagato David Mills?

Fonte articolo

Stop al consumo di territorio
Porta la sporta

Share/Save/Bookmark
add page

Nessun commento:

Posta un commento