18/03/10

AH AH AH AH... (Grecia)

AH AH AH AH...
Non aggiungo commenti: sono convinto che i miei lettori saranno in grado di riconoscere i risvolti surreali e paradossali contenuti in tali dichiarazioni.
(Potete trovare un commento condito da un'illuminante battuta in Grecia a tripla A)
Ma il Caso Grecia non era stato "risolto"...un po' come tutto il resto??
Infatti le borse sono iper-bullish e gli investitori si fiondano a comprare per 8 sedute di fila senza vedere rischi di sorta (e dall'8 febbraio non si fa altro che salire senza quasi correzioni).
Il Moral Hazard ormai domina sovrano ad ogni livello: la cosa più paradossale nonchè PERICOLOSA è che ormai viene dato per scontato, viene considerato LA NORMA e non l'eccezione.

Grecia, Papandreou: tagli deficit a rischio con tassi attuali
giovedì, 18 marzo 2010 - 9:44
La Grecia non sarà in grado di sostenere i tagli al disavanzo programmati se dovrà continuare a indebitarsi agli attuali tassi elevati.
A dirlo è il primo ministro George Papandreou intervenendo davanti a una commissione del parlamento europeo.
Secondo Papandreou, con le misure intraprese finora la Grecia, ha dimostrato volontà di risolvere i problemi e impegno a mantenere la stabilità della moneta unica.
" Ci dovrebbe essere consentito di prendere a prestito a tassi normali", (NdR ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah) ha detto Papandreou. La Grecia, ha affermato, non sta chiedendo aiuto ma ha bisogno di sostegno a livello politico. L'Europa non può restare inerte ma deve intervenire, ha aggiunto ancora.

Crisi: Papandreou, Fondo Europeo Non Risolve Problemi Attuali
18 marzo 2010 - 9:41 (ASCA)
Il primo ministro greco George Papandreou boccia la costituzione del fondo monetario europeo.
''Il fondo monetario europeo non risolve i problemi attuali'' ha detto nel suo intervento davanti all'Europarlamento indicando che la costituzione del fondo e altre ipotesi sono argomento per future discussioni.
Papandreou inoltre ha sottolineato che in questa fase ''abbiamo bisogno di piu' Europa e non di meno Europa'' sollecitando l'Unione monetaria ad adottare interventi per ''fermare il contagio''.
Papandreou e' tornato ad attaccare i mercati finanziari dove ''c'e' un problema di scarsa trasparenza''. (NdR ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah)
Il premier greco ha ribadito la volonta' di voltare pagina e l'impegno a restaurare credibilita' e fiducia ma ha anche messo in rilievo che ''le misure adottate dal governo sono nell'interesse della Grecia e dell'Europa''.
''La Grecia oggi ha bisogno di supporto e non di aiuti''.

Merkel: fuori dall´euro chi non rispetta le regole, frecciata alla Grecia
Non usa giri di parole il Cancelliere tedesco e manda una frecciata con un obiettivo ben preciso: la Grecia.
Angela Merkel, infatti, si è detta favorevole all´eventuale esclusione di un Paese dalla zona euro come estrema ratio, "quando non rispetta le condizioni più e più volte".
Il Cancelliere, inoltre, ha affermato che un sostegno immediato alla Grecia "non è una buona risposta" ma bisogna affrontare "il problema alla radice".
In un discorso al parlamento di Berlino, Angela Merkel ha ribadito che "intervenire rapidamente per solidarietà non è una buona risposta".
Il problema, a suo avviso, va affrontato alla radice e di conseguenza la Grecia deve rimettere ordine nei propri conti pubblici.
"Fare diversamente sarebbe fatale", ha aggiunto ancora il Cancelliere tedesco.
Il problema dell'aiuto finanziario alla Grecia era stato dibattuto lunedì dai ministri finanziari europei che, a grandi linee, hanno deciso di intervenire in caso di necessità.
Ma la Germania non è molto favorevole e oggi la Merkel ha praticamente confermato la posizione già espressa a inizio settimana dal ministro delle Finanze Wolfgang Schauble, ovvero quella di una eventuale uscita dalla zona euro di un paese incapace di rispettare le regole.
Il meccanismo del Patto europeo di stabilità e crescita prevede sanzioni e multe contro le nazioni che non rispettano i limiti del budget, ma al tempo stesso non sono applicabili a paesi "che non hanno risorse per pagare", come è appunto il caso attuale della Grecia.

Fonte articolo


Share/Save/Bookmark
add page

Nessun commento:

Posta un commento