26/03/10

Il grande intreccio di Dubai (e nessuno ne parla)

Il grande intreccio di Dubai (e nessuno ne parla)

Per una fortunata serie di coincidenze (?), le più succose ed ignorate notizie di ieri e di oggi passano quasi tutte da Dubai.

Gli affezionati lettori ricorderanno il quasi default di Dubai, che qualche mese fa informo’ i mercati, a poche ore dalla loro chiusura per un ponte di festività religiose, che avrebbe congelato il pagamento del bond Nakheel.

In pratica, quel giorno Dubai issava sulla propria testa un grosso cartello arancione con scritto “siamo nei guai e non riusciamo a pagare”.

L’intreccio economico

Oggi alcuni media accennano vagamente al nuovo aggiornamento sulla cosa, a partire da swissinfo, che ci racconta con soddisfazione che
L'emirato di Dubai ha stanziato altri 9,5 miliardi di dollari a sostegno di Dubai World, raddoppiando i fondi d'emergenza per la holding che a novembre era andata in default.

In un comunicato, il presidente della massima autorità in materia fiscale, lo sceicco Ahmed Bin Saeed Al Maktoum, ha spiegato che "il nostro sostegno finanziario mostra il nostro impegno per trovare una soluzione equa e giusta per tutti i portatori di interessi".
E fin qui sembra anche una buona notizia.
Nakheel, la divisione immobiliare di Dubai World al centro della crisi, riceverà otto miliardi e i suoi bond sono in netto rialzo sui mercati dopo che Dubai World ha promesso di ripagare per intero gli obbligazionisti se il suo piano di ristrutturazione da 23,5 miliardi sarà accettato dalle banche.
Non fosse che in realtà i debiti di Dubai ammontano, appunto, a più di 20 miliardi di dollari.

Secondo AGI sono 26, ma al di là delle cifre, miliardo più miliardo meno (raccontatelo a chi campa con 1200 euro al mese), la cosa interessante è che questo lancio di agenzia ci spiega con che soldi pensano di riuscire a pagare i debiti:
(AGI) - Dubai, 25 mar. - Dubai World ha chiesto fino a 8 anni ai suoi creditori per il rimborso dei suoi 26 miliardi di dollari di debiti. Il gruppo ha proposto l'emissione di due tranche di nuovi debiti con maturazione tra i 5 e gli 8 anni.
Con altro debito.

Già.

(Ehi, guarda, una capretta)

Fonte articolo


Share/Save/Bookmark
add page

Nessun commento:

Posta un commento