24/04/10

Arriva il giorno della terra, ma non ancora quello dell'acqua

Sembra sia appena trascorso il giorno della terra, ogni giorno ha il suo scopo, ma ultimamente non si fa altro che parlare dell'acqua! A cesena se ne occupano i bravissimi ragazzi di officinaH2o, polo romagnolo degli aderenti al forum nazionale dei movimenti per l'acqua pubblica.

Da oggi 24 aprile, inizia in tutta italia la raccolta firme per i referendum sull'acqua pubblica bene comune, per dire no alle bollette gonfiate e ai profitti delle multinazionali.

Dove stà l'inghippo ? Sta nel fatto che come al solito in Italia non ci si mette mai daccordo nemmeno sulle buone iniziative, e ognuno vuole declinarle a modo suo come al solito, per trarne un vantaggio politico di immagine.

Pensavate, nevvero, di trovarvi a valutare pochi e semplici quesiti referendari, dove tutti gli italiani si potranno confrontare serenamente e senza pregiudizio ?

Macchè, ci saranno i tre questi promossi del forum dell'acqua, i tre quesiti promossi dell'IDV, e la proposta di legge promossa dal PD per evitare i referendum. Ovviamente tutti rigorosamente diversi fra loro, accomunati solo da badilate di retorica a buon mercato.

Lasciatemelo dire, siete tutti ridicoli per non dire patetici! Se si vuole far di tutto per farli fallire, pensando ognuno di avere la nobile e spocchiosa esclusività sul tema dell'acqua, per lo meno risparmiateci la facile retorica. Con queste premesse, pur con tutte le buone intenzioni, il quorum diventerà un miraggio. Per battere le privatizzazioni forsennate occorre unirsi, non dividersi.

Ognimodo, visto che il forum per l'acqua pubblica ha lavorato molto bene sui suoi tre quesiti ben prima degli altri, e la sua trasversalità ai partiti rappresenta di per se una garanzia di correttezza, dovrebbero ovviamente essere i soli ad esser presi in seria considerazione in tema di acqua. Allora eccoli questi quesiti, andate a firmarli:

QUESITO n.1 - Fermare la privatizzazione dell'acqua

QUESITO n.2 - Riaprire la strada alla ripubblicizzazione

QUESITO n.3 - Eliminare i profitti dai beni comuni


Fonte articolo

Share/Save/Bookmark
add page

Nessun commento:

Posta un commento