06/04/10

La scure di Tremorti e Scajola sul no-profit


Il no-profit vive di offerte. Grazie ai contributi volontari dei sostenitori, associazioni come ActionAid, Amnesty International, Emergency, Unicef e tantissime altre sostengono i loro progetti e i loro interventi a favore dei più bisognosi. Tra i costi sostenuti per informare i sostenitori, quelli postali rappresentano una componente molto significativa del bilancio totale. Ora la situazione è destinata a cambiare. Anzi è già cambiata, perché grazie al decreto di Tremorti e Scajola (D.M. 30 marzo 2010, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 31 marzo 2010, n. 75) a partire dal 1 aprile 2010 le associazioni no-profit non potranno più contare su tariffe agevolate per le spedizioni postali. Ciò comporta un aumento di circa il 500% (cinquecentopercento) del costo di ogni singola spedizione e un drammatico aumento dei costi di struttura, a danno della quota destinata ai progetti. Le associazioni potranno decidere di continuare a informare i loro sostenitori a tariffe quintuplicate o di non informarli affatto. In entrambi i casi chi verrà colpito da questo decreto sono le persone assistite dalle organizzazioni no-profit. Sostenete l'appello delle associazioni per chiedere al governo di ritirare questa misura.
All'appello hanno già aderito le seguenti organizzazioni:
ActionAid, AIRC, AISM, AIUEF- Associazione Italia Uganda Emmaus Foundation, ALBA Onlus, Associazione Più Vita Onlus, Amnesty International, Amref Italia, Fondazione Aretè del San Raffele Onlus, CCS Onlus, Centro per la Lotta contro l’Infarto-Fondazione Onlus, CBM Italia, CESVI, COOPI, Cuore Fratello Onlus, FAI-Ambiente Italiano, Fondazione “aiutare i bambini” onlus, Fondazione Don Carlo Gnocchi, Fondazione L’Albero della Vita Onlus, Fondazione Operation Smile Italia Onlus, Fondazione Patrizio Paoletti, Fondazione Progetto Arca, Green Cross Onlus, Greenpeace, Intervita, Istituto Serafico di Assisi, LAV, Lega del Filo d’oro, Lega italiana per la Lotta contro i Tumori – Milano, Lega Italiana Sclerosi Multipla LISM, Medici Senza Frontiere, Associazione Missioni Don Bosco Onlus, Moige-Movimento Italiano Genitori Onlus, OSF, Pangea Onlus, Parada Onlus, Progetto Continenti Onlus, Save the Children Italia Onlus, Sightsavers Italia Onlus, SOS Villaggi dei Bambini Onlus, S.O.S IL Telefono Azzurro ONLUS, Terre des Hommes, Telethon, Unicef Italia, Un Ponte per, WWF Italia.

Fonte articolo


Share/Save/Bookmark
add page

Nessun commento:

Posta un commento