24/06/10

Pubblicità: Compra Debito Pubblico Spagnolo...Olè!

A proposito dei NODI che prima o poi...
Mentre il rendimento del bond decennale ellenico continua anche oggi la sua marcia al rialzo toccando il 10.5%....(ahi ahi)
....finalmente ho capito come mai la scorsa settimana le aste di titoli di stati spagnoli sono andate "bene" (pur dovendo pagare interessi assai superiori).
Il Regno di Spagna si è comprato dei paginoni interi sui giornali per fare PUBBLICITA' A STECCA al proprio Debito Pubblico....
Naturalmente i pubblicitari sanno fare il loro mestiere ed hanno deciso di focalizzare il messaggio sul vento delle energie alternative piuttosto che sul terreno della solidità e della sicurezza nell'investimento...Mica scemi.
Potenza della Pubblicità! Gli investitori si sono dunque convinti a comprare titoli di stato spagnoli per sognare tutti insieme un futuro più pulito ed ecologico.

17 Giugno 2010
Spain is now advertising its sovereign debt in The Economist....
The country just had a successful auction today,
but spreads against the German bund have
widened dramatically.

Spain Sovereign Debt Small


Le altre possibili CAUSE che avrebbero fornito UN AIUTINO alle aste iberiche diventano dunque trascurabili....;-)
Per esempio come scrivevo il 17 Giugno in Borse sempre VERDI & le Tette di Belen
.....A me puzza che alla fin fine Toro Drogato stia scontando proprio questa nuova dose di "viagra"
insieme a tutte le "macumbe" che sta mettendo in piedi la BCE per tamponare e puntellare il collasso dei debiti pubblici dell'Eurozona :
riacquisto a stecca di Titoli di Stato,
pressioni presso le Banche Nazionali perchè sostengano le aste del debito pubblico rimpinzandosi
ulteriormente di dubbi bond governativi etc etc in un classico schema PONZI...
Proprio in questo contesto è da inserirsi la farsesca ASTA di oggi dei titoli di stato decennali spagnoli che avrebbe reso euforici i mercati perchè è "bastato" sborsare "solo" il 4.9% di rendimento, senza superare la soglia del 5%...il che sarebbe stato un brutto segnale....:-) ah ah ah ah
Uno 0.2%-0,3% che PESA....soprattutto considerato che QUESTE ASTE sarebbero un filino SOTTO TUTELA...
Spain was in the spotlight Thursday after selling 3 billion euros of 10-year bonds, with yields below the 5% level that the European Union and the International Monetary Fund have committed to lending to euro-zone countries.
A bond auction with yields above 5%
wouldn't immediately trigger EU assistance to Spain but would signal concerns over the country's ability to raise financing in international markets.
....
Se vi soffermate un attimo sul grafico che rappresenta il boom stellare del rendimento che devono pagare i Bond Spagnoli per attirare gli investitori...allora vi renderete meglio conto della FARSA.
....Timori sull'asta di titoli di stato spagnoli in programma per oggi....
Pare che il Governo di Madrid abbia raccomandato alle banche nazionali di "fare il loro dovere" anti-desertificazione....
June 10 (Bloomberg) -- The Spanish government has asked domestic banks to support demand at a debt auction today if necessary, El Mundo reported, without saying where it got the information.....

Od ancora come ci racconta John Christian Falkenberg nelle sue OTTIME ANALISI del mercato del credito...
18 giugno 2010
..... L’euforia degli ottimi risultati dell‘asta spagnola sono stati temperati dall’analisi degli acquirenti: metà dell’emissione è stata acquistata da una sola banca, ad un prezzo molto superiore a quello teorico di mercato, mentre il totale degli acquisti dei primi tre istituti è il 74% delll’ammontare.
Una tale concentrazione fa sospettare un intervento di supporto da parte di una banca centrale, tramite un ordine di acquisto fuori misura e fuori mercato lasciato ad una delle banche che hanno accesso diretto all’asta.....

Ed infine il nostro caro Leon Zingales ci racconta
...Sento di dover dedicare qualche riga per rispondere al quesito di un lettore che mi chiedeva delucidazioni sull’apparente buon risultato della aste dei titoli sovrani del grande malato dell’Euro: la Spagna.
Effettivamente l’asta non è andata malissimo, ma il motivo è semplice: i titoli sono stati comprati da banche spagnole che, nel mese di maggio, hanno aumentato di ulteriori 11 Miliardi di Euro le richieste di finanziamento presso la BCE. In parole povere i 3.5 Miliardi di titoli a 10 anni ed a 30 anni sono stati comprati con i soldi della BCE. Si è trattato di una classica asta a libertà vigiliata.
Non susciti particolare entusiasmo neanche la restrizione dello spread, sceso dal record dei 238 punti base, tra i titoli spagnoli decennali e quelli tedeschi di pari duration. Potrebbe sembrare una buona notizia: ma non è un indice dell’aumento di fiducia verso la Spagna (nessuno ha fiducia visto i crescenti problemi delle casse di risparmio locale), ma viceversa è il segnale che la medesima Germania ha seri problemi di credibilità.
Il mercato ha ormai acquisito la consapevolezza dell’incestuoso rapporto tra banche e titoli sovrani.
La compenetrazione è ormai cosi’ stretta che il fallimento di un qualsivoglia stato sovrano trascinerebbe nel baratro tutte le banche europee: quelle tedesche in primis.
Deve risultare sospetto il tentennamento tedesco nella pubblicazione dei risultati dello stress test (malgrado le ottimistiche condizioni a contorno) relativo al sistema bancario tedesco....

INSOMMA tutte cause trascurabili...
E' soprattutto grazie alla PUBBLICITA' che le aste di titoli di stato spagnoli sono andate lisce.
Infatti gli investitori si sono "spontaneamente" convinti della solidità del debito spagnolo ed allo stesso tempo hanno pensato bene di poter garantire ai loro figli un'aria più pulita da respirare....

Fonte articolo

Share/Save/Bookmark
add page

Nessun commento:

Posta un commento