28/02/11

Irlanda: neo-colonialismo finanziario&monetario

Come immaginate che siano andate le tanto attese elezioni in Irlanda??
Tutti fanno complesse analisi sui partiti in gioco che hanno nomi da canzoni gaeliche: Fine Gael, Fianna Feil, Sinn Fein, Fianna Urka, Cippa Lippa e Fino alla Fine....
Ecco qui una buona sintesi
Irlanda, il Fine Gael conquista il 36,1% Confermati gli exit polls. Vincono le opposizioni.
Senza perderci troppo tempo....
naturalmente hanno STRAVINTO i partiti dell'Opposizione
mentre il partito di Governo, che si era messo a pigreco mezzi con le Banche Straniere intermediate da UE/FMI/BCE, è stato mandato a casa a calci nel culo come non accadeva da almeno 80 anni....
Vedi COBRAF:
In Irlanda il Fianna Fail che governava dal 1920 ora nei sondaggi è crollato ora al 15% e il mese prossimo verrà spazzato via all'elezione.
Perchè in modo assolutamente clamoroso ha venduto gli irlandesi agli interessi delle banche internazionali vedi qui per i dettagli della loro incredibile svendita del loro paese intero che hanno impegnato a ripagare al 100% i debiti di tre banche private verso l'estero.....

.....Tre banche hanno accumulato perdite (su crediti a costruttori) intorno a 100 miliardi di euro, quasi il PIL dell'Irlanda. Come se in Italia Unicredit, Intesa e Monte Paschi da sole avessero perdite per 1.200 miliardi, perdite, buchi di bilancio. E il governo ha deciso di farli pagare al 100% agli irlandesi per cui hai disoccupazione al 15%, emigrazione di massa dall'Irlanda, calo del tenore di vita del -20%...
Sai perchè ? Cosa hanno deciso i politici irlandesi, gente che evidentemente è stata COMPRATA ? SI SONO ASSUNTI TOTALMENTE TUTTE LE PERDITE VERSO GLI INVESTITORI ESTERI, a nome dei contribuenti irlandesi.
Erano tre banche private che erano fallite ed erano state finanziate da speculatori e istituzioni finanziarie estere in gran parte, non da depositi di cittadini irlandesi. Invece di dire agli investitori esteri che avevano finanziato queste banche di prendersi delle perdite, le hanno nazionalizzate e hanno garantito al 100% tutti quelli che avevano bonds di Anglo-Irish e le altre.
Le banche estere si aspettavano di perdere un 50 o 80% sui bonds di queste tre banche irlandesi invece niente, i politici irlandesi hanno deciso, incredibie ma vero, di ripagarli interamente, a spese dei contribuenti e lavoratori irlandesi. Questi vedono già calare il loro tenore di vita del -20% (per ora) e solo per ripagare circa 80-100 miliardi di euro di bonds di tre banche private.

I NUOVI in arrivo hanno promesso nel programma elettorale: "Cercheremo di alleggerire le pesanti condizioni del prestitone da 85miliardi di euro messo in piedi da UE/FMI per salvare le Banche Estere, facendo pagare TUTTO ai cittadini irlandesi...".
Ireland to try to renegotiate bail-out terms
...Enda Kenny to call for bail-out to be renegotiated Ireland's new leader [Enda Kenny] travels to Helsinki on Friday for a meeting ... with the German chancellor and French president over the EU and International Monetary Fund austerity programme.
He will plead with the EU for reduced interest rates .... [and] will also ask that investors, often...
E forse forse qualche promessa di "taglietto" a carico dei bondholders istituzionali è venuta fuori nei discorsi elettorali....;-)
Però attenzione!
Come da Manuale Classico delle Democrazie Rappresentative....
in fase pre-elettorale sussisteva il tasso più elevato di democrazia e quindi era d'uopo promettere tutto quello che c'era da promettere
mentre adesso, nel dopo elezioni, siamo al tasso minimo di democrazia ovvero con maggioranza/mandato ancora freschi freschi che ti permettono inizialmente di "giocarti" la rappresentatività un po' come cazzo vuoi o come cazzo puoi...

Vediamo dunque se i NUOVI Paladini Irlandesi riusciranno a mantenere le promesse..anche se bisogna ammettere che gli spazi di manovra sono veramente microscopici.
Infatti l'Irlanda, come tante altre nazioni "più deboli", ha ceduto sovranità alla BCE, all'Euro e soprattutto alle Banche&Istituzioni Finanziarie Straniere (from UK, Francia, Germania, Belgio etc etc)
Potremmo definirlo neo-colonialismo finanziario&monetario.
Niente di nuovo: questa forma di controllo la stiamo utilizzando dal dopo-guerra sui Paesi del Terzo Mondo ma solo recentemente si sta estendendo anche su Paesi prima insospettabili: il neo-colonialismo finanziario&monetario sta cambiando geografia....e sta diventando sempre più globalizzato&trasversale.
vedi la mia analisi Anche l'Irlanda vorrebbe fare almeno un po' come la Danimarca...(da non perdere)
Infine...tenete sempre davanti agli occhi questi DATI prima di fare qualunque ragionamento sull'Irlanda:








































Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento