05/07/11

Non poteva che finire così.

In effetti una storia

  • iniziata con un accordo scritto ma disatteso
  • proseguita con i tuoi avvocati che comprano a suon di mazzette un giudice per ribaltare la sentenza che aveva stabilito che quell’accordo andava invece rispettato
  • incassando centinaia di miliardi per vendere azioni di cui non eri legittimamente in possesso e per cui avevi anzi offerto altre centinaia di miliardi (in sostanza: da ti offro 400 miliardi per avere le tue azioni a mi devi 365 miliardi per rientrare in possesso delle azioni che ti ho soffiato)
  • in cui finisci prescritto per un’accusa di corruzione senza riuscire a ottenere un’assoluzione piena
non poteva che finire con una norma ad aziendam infilata di straforo a pagina 111 di una manovra finanziaria da 47 miliardi che dovrebbe stabilizzare i conti del Paese entro il 2014. E invece serve (anche) a sospendere il risarcimento di centinaia di milioni di euro che un altro giudice (quello coi calzini turchesi, quello pieno di «stravaganze» perché fuma camminando «avanti e indietro, avanti e indietro») ti aveva imposto nei confronti della parte lesa. Che ora, oltre ad aver visto sfumare un affare e un regolare processo, rischia anche di non percepire il risarcimento che gli spetterebbe.

Fonte articolo

Aggiornamento:

Nessun commento:

Posta un commento