01/12/11

Centrali a carbone, la top venti delle banche big killers


Le banche inglesi che hanno finanziato in misura maggiore l’industria del carbone sono la Barclays, la Royal Bank of Scotland e l’HSBC, nonostante vantino una certa attenzione alla sostenibilità ambientale. Lo rivela una ricerca condotta da un gruppo di ONG, tra cui la tedesca Urgewald, la rete internazionale BankTrack e la Earthlife Africa Johannesburg.
Negli States in cima alla lista nera ci sono la JP Morgan Chase, Citigroup e Bank of America, che dal 2005 ad oggi hanno elargito ai fossili almeno 42 miliardi di euro. La BNP Paribas e l’Unicredit/ HVB “rappresentano” l’Italia in questa top 20.

Gli istituti di credito più espansivi con l’industria del carbone sono stati immediatamente rinominati dalle ONG big killers. Heffa Schücking della Urgewald ha spiegato infatti che se le banche continuano a finanziare le centrali a carbone, a nulla varranno gli sforzi internazionali per ridurre le emissioni ed arginare il riscaldamento globale. Dopo il salto la lista completa delle banche additate come big killers dalle ONG.
  1. JP Morgan Chase
  2. Citigroup
  3. Bank of America
  4. Morgan Stanley
  5. Barclays
  6. Deutsche Bank
  7. Royal Bank of Scotland
  8. BNP Paribas
  9. Credit Suisse
  10. UBS
  11. Goldman Sachs
  12. Bank of China
  13. Industrial and Commercial Bank of China
  14. Crédit Agricole / Calyon
  15. UniCredit / HVB
  16. China Construction Bank
  17. Mitsubishi UFJ Financial Group
  18. Société Générale
  19. Wells Fargo
  20. HSBC
Via | Guardian

Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento