27/07/12

Iniziano a girare le prime (ridicole e sottostimate) cifre sul bailout della Spagna

Solo per il bailout della piccola piccola Grecia abbiamo dovuto smollare/approntare 240 miliardi di euro vs. circa 300 mld di debito pubblico ellenico
Adesso si narra che per salvare la Spagna basterebbero "solo" 300 miliarducoli di euro...
Ma....però....anche se non si dice in italiano corretto...:-)
- La Spagna ha quasi 1000 mld di euro di debito pubblico rispetto ai 300mld della Grecia
- La Spagna ha un PIL da circa 1500 miliardi di dollari rispetto ai 300 mld di dollari di PIL della Grecia
- La Spagna 46 milioni di abitanti rispetto agli 11ml della Grecia............
- La Grecia non aveva una Bolla immobiliare di grande rilievo mentre la Spagna ha una delle più Grandi Bolle Immobiliari mai viste, che sta ancora scoppiando e che sta ancora cercando il bottom dei prezzi
- La Spagna ha delle voragini bancarie colossali (vedi soprattutto il caso delle Cajas/Bankia...naturalmente nel mio blog vi avevo già anticipato tutto secoli fa: vedi il TAG Cajas) causate dallo scoppio della bolla immobiliare: si parla di 100mld di aiuti alle banche spagnole ma tutti sanno benissimo che come minimo ci sono voragini da 400mld (naturalmente vi anticipai tutto secoli fa: 23 febbraio 2010 Spagna: "Demolizioni Immobiliari".....e poi:  23 gennaio 2011 - Aquí vivo solo)

- La Spagna ha delle Banche colossali&sovradimensionate rispetto all'economia del paese, come Santander e BBVA, che potrebbero pesare di brutto sull'entità degli aiuti (vedi la sindrome irlandese nel mio post del 30 settembre 2010 - Irlanda: sul salvataggio di Anglo Irish Bank&affini, il Deficit/PIL può schizzare fino al 32%) e che potrebbero avere pesanti effetti sistemici, a differenza delle "banchette" elleniche...
- La Spagna è piena di buchi nascosti nei bilanci delle "Regioni" che man mano stanno saltando fuori. Murcia, Andalusia, Catalogna, Valencia etc stanno chiedendo aiuto al Governo Centrale Spagnolo...(come sempre ve lo anticipai già secoli fa: 28 Giugno 2011 Gli "agujeros" nascosti della Spagna)
- Economia e PIL spagnoli si stanno avvitando al Ribasso...tra pesante recessione, pesantissima disoccupazione ed austerity ulteriormente recessiva....dunque le voragini già presenti si allargheranno ancora di più....
- Anche la Spagna ha fatto il giochino del LTRO 1&2 della BCE, grazie al quale le sue banche, già iper-esposte sui titoli di stato spagnoli, hanno ulteriormente incrementato la loro esposizione sui titoli di stato nazionali...che stanno precipitando nell'abisso...creando ulteriori voragini bancarie...

E secondo voi basterebbero 300 miliarducoli di euro ???
ma daiiiiiiii
minimo minimo 500-700 mld....
E poi toccherà a noi....
all'Italia....
e le CIFRE si faranno ancora più pesanti...come ben sapete
Ormai il bailout della Spagna è inevitabile: servono 300 miliardi:
FONTE ORIGINALE: The Guardian di Larry Elliott
Per fare politica in Europa tutto sta a intervenire tempestivamente. 
Le maestose idee volte a salvare la valuta unica richiedono anni, non mesi, prima di dare risultati, mentre l’incubo della rovina è istantaneo.
.........Questo, però, fino al momento in cui la regione di Valencia non ha annunciato di avere assolutamente bisogno dell’aiuto finanziario di Madrid, fornendo così l’innesco per una grande messa in liquidazione nei mercati che si è protratta fino a lunedì.
Il governo spagnolo ha reagito giurando per un momento che non esisteva neppure una remota possibilità di chiedere un intervento di soccorso che coinvolgesse il Fondo monetario internazionale, e poi imponendo la messa al bando della vendita allo scoperto delle azioni.
I mercati sono rimasti poco impressionati da questa palese dimostrazione di inettitudine.
Da questi avvenimenti si dovrebbero dedurre tre cose.
La prima è che la Spagna si sta dirigendo inesorabilmente verso un bailout, che avverrà quasi certamente molto presto.
Immaginare che il promesso pacchetto di cento miliardi di euro a sostegno delle banche spagnole fosse sufficiente è sempre stato soltanto un esercizio di fumo negli occhi e di specchietti per le allodole, e così si è dimostrato.
La Spagna è un paese con un’economia al collasso, un mercato immobiliare in via di implosione, banche che alimentano perdite colossali e un rendimento dei bond decennali del 7,5 per cento.
La questione, quindi, non è sapere se ci sarà un bailout, ma quanto sarà grande.
Con ogni probabilità, almeno 300 miliardi di euro.
........A collegare Grecia e Spagna c’è il fatto che l’approccio fallito che ha portato il più piccolo dei due paesi al punto di non ritorno adesso sta per essere messo alla prova con un paese della zona euro molto più grande e più importante da un punto di vista strategico.
La lezione appresa dal caso della Grecia è assolutamente chiara: quando un’economia è in caduta libera, tagliare la spesa e aumentare le tasse porta a livelli di indebitamento di gran lunga maggiori, non inferiori.
La Spagna sta ricalcando le orme della Grecia lungo questa china a spirale che inizia con una crescita debole e una disoccupazione in aumento e si conclude con ingenti bailout che fanno più male che bene.
Per capire come sarà la Spagna nell’agosto 2012 è sufficiente guardare alla Grecia dell’agosto 2011. Stessi problemi.
Stesse risposte mancate. Stessa crisi. Solo di gran lunga peggiore.

Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento