21/06/10

LA CINA SALVERA' IL MONDO!

Sabato sera è apparso IL GRANDE ANNUNCIO: LA CINA SALVERA' IL MONDO!
Il problema è capire SE NOI faremo parte di QUEL MONDO....

La Cina renderà più flessibile il cambio dello yuan
La Banca Popolare della Cina ha annunciato durante il fine settimana che renderà più flessibile il tasso di cambio dello yuan rispetto al dollaro.

....La gestione e l'aggiustamento del tasso di cambio sarà effettuato gradualmente.....
La decisione della Cina di rendere più flessibile il cambio della sua valuta è stato accolto positivamente dagli USA, dall'Unione Europea e dal Fondo Monetario Internazionale. I partner commerciali della Cina esercitano da tempo pressione su Pechino affinchè permetta una rivalutazione della sua moneta.....

Bene su questa DICHIARAZIONE di una possibile e millimetrica (per ora) rivalutazione dello yuan
TUTTE LE BORSE DEL MONDO CONTEMPORANEAMENTE stanno SALENDO come trottole.
TUTTE, Cina compresa.
Verrebbe da chiedersi: COME E' POSSIBILE? Questi tipi di scelte implicano sempre dei Vincenti e dei Perdenti.
Secondo l'indicatore delle BORSE invece starebbero VINCENDO TUTTI.
Ed i Cinesi sarebbero dei benefattori...anche se non è chiaro perchè non l'abbiano fatto prima visto che era così semplice.
Puff....un breve comunicato della Banca Popolare di Cina ed il Mondo è salvo.

Per il momento mettiamo da parte il fatto che le dichiarazioni cinesi sono e rimangono solo dichiarazioni ed andranno verificate sul campo e nel tempo: la Cina ha già promesso 100 volte cose così senza poi metterle realmente in pratica.
Ma come ben sappiamo TORO DROGATO è di bocca buona....ed è molto impaziente (ed imprudente).
ed ancora...da parte dei soliti pessimisti anarco-catastofisti...
SCETTICISMO -
Monta però lo scetticismo nei confronti dell'apertura della Cina agli Usa e l'attenzione si sposta ora sui mercati per valutarne la reazione e capire quanto la decisione di Pechino possa avere ripercussioni reali sull'economia mondiale.
Lo yuan, insieme alla tassazione sulle banche e alle misure di austerity, saranno sul tavolo del G20 canadese della prossima settimana
(NdR: secondo me la Cina ha fatto la classica pre-tattica per non arrivare al prossimo G20 sul tavolo degli imputati ma piuttosto con "un" coltello dalla parte del manico....)
..... Le successive precisazioni della Banca popolare cinese hanno però smorzato gli entusiasmi: l'aggiustamento non sarà realizzato tutto in una sola volta, ma in maniera «graduale». Nessuna rivalutazione rapida di una moneta che gli occidentali giudicano sottovalutata per aiutare le esportazioni cinesi. Le autorità terranno sotto controllo le fluttuazioni del tasso di cambio e la «stabilità fondamentale» dello yuan dovrà essere mantenuta.
Il tema sarà dunque oggetto di confronto al G20.
Secondo gli osservatori, la Cina permetterà allo yuan di apprezzarsi simbolicamente nei confronti del biglietto verde nei prossimi giorni, proprio in vista del G20 così da allentare la pressione internazionale.
«Ma una volta che il G20 sarà chiuso e la Cina avrà evitato di essere etichettata come manipolatore di valute dagli Stati Uniti, lo yuan tornerà in un territorio sconosciuto» osserva il
Wall Street Journal.

Pre-tattiche, strategie e Tori Drogati a parte....
VEDIAMO PIUTTOSTO di scoprire CHI SAREBBERO I PERDENTI di queste (eventuali) STRATEGIE CINESI.
Come ripeto da tempo, il problema è che le BORSE
potranno anche essere un indicatore affidabile del livello di SPECULAZIONE e del livello di UTILI delle MULTINAZIONALI QUOTATE
ma NON SONO un indicatore affidabile del livello di SOSTENIBILITA' DEL DEBITO (anzi in questo caso sono un indicatore contrarian...), del livello di Equilibrio ed Equità dell'Economia
e soprattutto NON SONO UN INDICATORE AFFIDABILE DEL LIVELLO DI BENESSERE DIFFUSO DEI CITTADINI.

A questo punto passo la parola alla LECTIO MAGISTRALIS di MERCATO LIBERO che ha spiegato alla grande cosa potrebbe significare REALMENTE per NOI questo involtino-rivalutazione primavera.
UN'INTERPRETAZIONE che va OLTRE ai canoni della solita DINSINFORMATIO ufficiale...

RIVALUTAZIONE DELLO YUAN O SVALUTAZIONE DELL'EURO DOLLARO?

E' incredibile come le parole siano complici della disinformazione.


Da molti e molti mesi parliamo di inflazione importata da svalutazione competitiva delle monete.

Oggi sui giornali si parla di RIVALUTAZIONE DELLA VALUTA CINESE come panacea di tutti i mali.
In realtà, la rivalutazione della moneta cinese (che comunque sarà graduale) equivale a una svalutazione del dollaro (e dell'euro).
Di conseguenza, i manufatti cinesi costeranno di piu', i maggiori costi verranno pagati dai consumatori europei (inflazione), i salari europei non sono certo destinati a salire, E QUINDI....L'IMPOVERIMENTO DELLE MASSE OCCIDENTALI PUO' CONTINUARE INDISTURBATO.

(N.d.r. SUDAMERICANIZZAZIONE dei Paesi "avanzati" e TURNOVER dei consumatori)

La rivalutazione dello Yuan (così come sta accadendo per il real Brasiliano) continuerà per anni.
Cinesi, brasiliani, indiani ecc ecc diventeranno piu' ricchi.
ECCO IL NUOVO POZZO DI SAN PATRIZIO PER LE MULTINAZIONALI.
CENTINAIA DI MILIONI DI NUOVI RICCHI (O CLASSE BORGHESE) CHE PRENDERA' IL POSTO DEI CITTADINI EUROPEI E AMERICANI.
E' LA GLOBALIZZAZIONE CHE BELLEZZA!!!


In Italia diventeremo sempre piu' come i cinesi degli anni 80-90 e i cinesi diverranno sempre piu' come gli italiani degli anni 80-90..

Questo per colpa di una politica economica miope e per colpa di imprenditori parassiti che vivono e investono in settori protetti da uno stato compiacente (monopoli).


UNA GRANDE DIFFERENZA: IN ITALIA...MENTRE CI IMPOVERIREMO....IL DEBITO PUBBLICO CONTINUERA' A PESARE COME UN MACIGNO...FINO A QUANDO...o faremo dafault o inflazioneremo (svalutando la moneta grazie alle rotative) sempre piu' (con l'ok Tedesco)....

Alla fine, lo ripeto, l'Italia rischia, fra qualche anno, di essere la metà preferita dei cinesi per il turismo, non solo culturale, ma anche sessuale (in quanto la Thailandia sarà troppo cara).

Fonte articolo


Share/Save/Bookmark
add page

Nessun commento:

Posta un commento