28/09/10

Il problema del debito pubblico


Giorni fa erano attesi i seguenti dati macroeconomici

14.30 USA Intervento Geithner (segretario al Tesoro USA);
14.30 USA Richieste settimanali sussidi di disoccupazione;
16.00 USA Indice anticipatore ago;
16.00 USA Vendite abitazioni esistenti ago.

Domani saranno attesi altri dati macroeconomici.
Dopodomani sarnno attesi altri dati macroeconomici.
Fra 4 giorni saranno attesi altri dati macroeconomici.
Fra 1 mese saranno attesi altri dati macroeconomici.
Fra 1 anno saranno attesi altri dati macroeconomici e così via.

La pubblicazione quotidiana di questi dati macroeconomici serve ad illudere le persone.
La pubblicazione quotidiana di questi dati macroeconomici serve a riempire gli spazi di giornali, tv e vari siti, forum e blog finanziari.

La pubblicazione di questi dati è creata appositamente perchè non si capisca nulla di ciò che realmente succede.

Ogni giorno (praticamente ad ogni ora) arrivano notizie e tutto ciò serve per tenere nel sentiero prestabilito il GREGGE.

Un giorno dicono che la crisi è finita, un altro giorno dicono che ci sarà la ripresa, un altro giorno dicono smentiscono quello che avevano detto il giorno prima e così via.

La realtà è che ci sono realtà economiche che vanno bene ed altre che non vanno bene.
L'Italia, ad esempio, è una realtà dove la prossima via d'uscita sarà il default.

Per l'Italia il default è già in atto, eh, solo che non viene detto.
E' vero che continuano a pagare i Bot, i Btp, i Cct, i Ctz e i CctEu ma questi pagamenti vengono effettuati tramite il "sistema Ponzi, che avevo descitto quasi due anni fa, con questo post http://www.sapienza-finanziaria.com/2009/01/lo-scema-di-ponzi-ti-sembra-simile-allo.html

Il fatto è che l'aumento del debito pubblico, che ha raggiunto gli oltre 1.830.000.000.000 di euro, ha ripercussioni su tutto il sistema economico italiano.

Il continuo aumento del debito pubblico si ripercuote sui mancati servizi, sul dissesto del territorio, sulla mancata sicurezza, sui tagli alla sanità, sulle riforme scolastiche.
A proposito di riforme scolastiche, mi è appena arrivato la retta da pagare per l'asilo di mia figlia, che ha due anni e mezzo: la tariffa ammonta a 528 euro al mese.

Ripeto: devo pagare 528 euro al mese per mandare mia figlia all'asilo comunale. Non si tratta di asilo privato, si tratta di asilo comunale.
Ora sto aspettando il conto per i libri dell'altro mio figlio, che frequenta la prima elementare.
E i politici magari dicono che i giovani sono importanti!

Parlando di questo fatto ieri, una signora mi ha fatto notare come la gente non si occupi dei problemi reali della società italiana fin tanto che questi problemi non tocchino le persone proprio direttamente.
A me è venuta in mente una parabola: il DOLLY DI DESTRA sta guardando la pagliuzza che ha nell'occhio il DOLLY DI SINISTRA Do, ma si sta accorgendo della trave che hanno nell'occhio entrambi.

Qualora non fosse chiaro, la trave che abbiamo tutti noi italiani sono i MILLEOTTOCENTOTRENTAMILARDI DI EURO DI DEBITO PUBBLICO!

Comincia a toglierti la pagliuzza e guarda la trave.

Fonte articolo

add page

Nessun commento:

Posta un commento