14/01/11

Sardegna. Marea nera de noantri.

mareasardegna.jpg

Pensavo fosse notizia da prima pagina e che fosse persino superfluo darne annuncio, ma invece scopro via Google News che al momento ne parlano solo i giornali sardi, con l'eccezione di qualche blog. Corriere e Repubblica... non una parola, da martedì scorso.

Insomma: decine di migliaia di litri di olio combustibile finiti in mare a Porto Torres, durante operazioni di scarico nella centrale E.On di Fiume Santo sul Golfo dell'Asinara. Divieto di balneazione fino a Castelsardo. Non so se riconoscete i nomi dei luoghi, diamine, si tratta di posti stupendi.

Quel che mi stupisce, inoltre, è che in tali Eden dell'ambiente (e del turismo) si trovino ancora centrali elettriche a olio combustibile. Ma faccio male a stupirmi, perché scopro subito che la centrale di Fiume Santo non va solo a petrolio, va anche... a carbone. Che ingenua.

Fonte articolo

add page

Nessun commento:

Posta un commento