10/04/12

Il "disastro" dell'Economia italiana in tre semplici grafici....


Anche oggi la Borsa Italiana sta crollando per l'ennesima volta...
Per inciso i livelli del nostro FTSE MIB sono più bassi adesso (14.892 pt)
che ai tempi in cui Berlusconi diede le dimissioni sotto il cannoneggiamento dei "mercati (15.778 pt)....
La differenza però è nello spread BTP/BUND
che stava intorno ai 530 mentre adesso sta intorno ai 380...
ma nel frattempo ci sono stati i 2 magic-LTRO di Draghi da 1.000 miliardi
che hanno creato una BOLLA SPECULATIVA RIALZISTA sui nostri Titoli di Stato a bassa duration
Per cui ribadisco CON FORZA
in barba alla DISINFORMAZIONE nazional-populista-bancaria:
Ma al di là del casinò delle borse
Vi evidenzio per l'ennesima volta
le cause MACRO-ECONOMICHE che stanno alla base
del DECLINO dell'Italia
e del suo essere sull'orlo dell'Abisso.
Sono 24 mesi di fila
che vi snocciolo dati su dati della nostra povera Italia
e purtroppo, per ora, non vedo segni di miglioramento
ma, al contrario, vedo solo segni di peggioramento...

Più avanti potrete trovare dei deprimenti GRAFICI
che rappresentano la terribile performance del SETTORE SERVIZI in Italia:
come al solito in un contesto comparativo...
la nostra "rappresentazione grafica" (linee, istogrammi, graffiti o pitture rupestri....)
si colloca sempre nella parte più INFIMA....

Va notato soprattutto come:.........
- il SETTORE SERVIZI è diventato sempre più IMPORTANTE nella nostra economia (tendenza comune alle economie "avanzate"....tra virgolette)
- il settore COSTRUZIONI ha avuto un ruolo fondamentale nelle nostre ultime fasi di "crescita-anemica" (un po' alla "spagnola" per intenderci...) ed adesso che l'edilizia italiana è in crisi nera per ragioni strutturali....beh....fate voi....
- si stanno tentando delle riforme di liberalizzazione che normalmente si applicano alle economie emergenti....ad ulteriore conferma di QUANTO SIA FEUDALE ed arretrata la nostra economia....

E, come sempre, i MALI dell'Italia NON SONO RECENTI
e NON sono causati in modo diretto ed esogeno dalla Grande Crisi
(come vi narra la mitologia nazional-populista che vi viene somministrata dalle varie Caste italiane che tentano disperatamente di difendere i loro privilegi ed il loro orticello)
ma sono MALI ANTICHI e CRONICI.

Ragioniamo sempre sugli ultimi 10 anni italioti (ma potremmo allargare il discorso anche agli ultimi 20 anni...),
ben prima che la Grande Crisi MANDASSE IN CANCRENA i nostri mali strutturali
(certamente NON SOLO i nostri...ma purtroppo i NOSTRI più di altri....)
vedi nel mio Blog
Le ragioni per cui faccio questo tristo lavoro MAIEUTICO
non sono certo masochistiche o di bottega
ma sono propositive & positive:
basandovi su un quadro chiaro ed imparziale della situazione italiana
potrete prendere le vostre decisioni strategiche con piena cognizione di causa
e non basandovi sulle fole che vi raccontano in giro....
Italy's Disastrous Economy In Two Simple Charts
Italy? Basically, it's a horror show of over-regulation and economic inefficiency.
Barclays' Fabio Fois takes a good luck at the moribund Italian economy......
The story can really be told in these two charts.
The first one shows service sector productivity across various Eurozone nations.
Basically, while others have improved, Italy has become a basket case over the last 10 years.

Unfortunately, it's hard to separate what's the result of the euro, and what's the result of the Berlusconi error, but the bottom line is that they've been a mess.
And unfortunately, the services sector is far and away Italy's biggest economic category.

Construction and industry have been long been on the decline as a share fo the economy.
So if the one area that's growing in importance is doing so badly, then you've got a problem.
So the Monti government is pushing forward a liberalization scheme, the likes of which you'd expect to read about in a true emerging market....
Fonte articolo

Nessun commento:

Posta un commento